Calciomercato Roma: Napoli su Karsdorp e Under

La società partenopea piomba sui due giallorossi. L’olandese è in uscita, il turco no. Hysaj possibile chiave

Il Napoli sta pensando di piazzare un doppio colpo di mercato. Il direttore sportivo della società partenopea, Cristiano Giuntoli, ha messo gli occhi su due giocatori della Roma: Rick Karsdrop e Cengiz Under.

UN OLANDESE A NAPOLI – Il primo desiderio di Giuntoli è Karsdrop. L’olandese, attualmente in prestito al Feyenoord, che difficilmente lo riscatterà, è destinato a fare rientro nella Capitale. In giallorosso, però, per lui non sembrano esserci grandi piani. La casella del terzino destro del Napoli va decisamente incrementata. Ecco dunque che il profilo di Karsdrop potrebbe essere quello perfetto per esperienza internazionale, con la sola controindicazione degli infortuni. La valutazione attuale della Roma è di circa 20 milioni. Attenzione però ad un altro possibile scambio. Hjsay, anche lui terzino destro, è da tempo sul mercato. Una delle società che più ha mostrato interesse per l’esterno basso albanese è proprio la Roma. Che possa esserci un altro scambio dopo quello della scorsa estate Manolas – Diawara?

SUCCESSORE – Se il ruolo del terzino destro richiede un intervento, un colpo urge anche per la fascia destra. Chi attualmente occupa quel posto, Jose Callejon, è destinato all’addio, come riporta il Corriere dello Sport. Gattuso rimarrebbe così con il solo Politano. Ecco così che Giuntoli starebbe pensando a Under. Per il turco la Roma chiede una cifra che si aggira sui 60 milioni. Il Napoli dovrà poi battere una concorrenza di un certo peso, viste le richieste arrivate a Trigoria da Inghilterra (Everton) e Germania (Bayern Monaco).

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Roberto Gentili

Informazioni sull'autore
Cresciuto a pane, calcio e sport.
Tutti i post di Roberto Gentili