Calciomercato, è fatta: Ribery ha scelto la Fiorentina

Era ormai nell’aria già da un po’, ma adesso è tutto vero: Frank Ribery è ufficialmente un nuovo calciatore della Fiorentina. Il 36enne francese arriva a Firenze dopo aver passato gli ultimi 12 anni con addosso la maglia del Bayern Monaco. 

Dopo gli arrivi illustri di Matthijs De Ligt alla Juventus e di Romelu Lukaku all’Inter, la Serie A acquisisce quindi nuovo fascino con l’arrivo di un altro campione che risponde al nome di Frank Ribery.

Come gli appassionati ricorderanno sicuramente, il francese, insieme al collega Arjen Robben, a fine stagione, aveva detto addio alla maglia del Bayern Monaco dopo 12 anni. Ma se l’olandese a inizio luglio aveva detto basta anche col calcio giocato, lo stesso non è stato per l’ex numero 7 bavarese. 

Troppo forte il richiamo del campo per farlo smettere. Così la Fiorentina, partita quasi senza speranza, ha intavolato una trattativa con lo staff del giocatore che inizialmente sembrava destinata a chiudersi con un nulla di fatto.

Ribery approda alla Fiorentina

Troppo alte le pretese del giocatore per la squadra del neo presidente, Rocco Commisso. Pretese che però hanno avuto un ridimensionamento grazie al lavoro meticoloso del DS viola, Pradè che, dopo un lungo tira e molla, è riuscito a trovare un accordo col giocatore. 

Un accordo nel quale pare abbia giocato un ruolo fondamentale anche il suo ex compagno ai tempi del Bayern Monaco, Luca Toni che avrebbe convinto Ribery ad accettare la sfida italiana. 

Il classe ’83, sebbene non sia ancora certo, dovrebbe firmare un contratto biennale con uno stipendio da 4 milioni di euro netti a stagione. Con l’arrivo del francese, Montella può ritenersi quindi più che soddisfatto del lavoro svolto dalla sua società che dopo avergli regalato Boateng e aver confermato Federico Chiesa, gli ha fornito un elemento validissimo per il definitivo salto di qualità.   

 

 

 

 

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
"Non è tanto chi sei, quanto quello che fai che ti qualifica". Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Basilicata. Laureato in Lettere Moderne. Amo la scrittura, la fotografia e il calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi