Cagliari-Napoli, 0-5, voti e pagelle: predomino assoluto dei partenopei, i sardi giocano solo per i primi 20 minuti

Il Napoli domina letteralmente il Cagliari, che regge solo il primo tempo. Risultato molto severo per i sardi, che si sono trovati davanti una squadra straripante. Grandissima prova di Insigne Mertens, bene anche capitan Hamsik. Ottima partita giocata pure da Callejon e Mario Rui, anche loro a segno. Tra i padroni di casa, Han e Faragò ci provano, ma non riescono mai ad incidere. Bene Pavoletti nel primo tempo, ma invisibile nel secondo. Impalpabile Joao Pedro.

Voti e pagelle

Cagliari

Cragno 5,5: Uscite positive e interventi chiave nel primo tempo, per poi soccombere senza troppe colpe per quattro volte. L’unica pecca è l’intervento sul tiro di Mertens, quando non riesce a mettere la necessaria forza per deviare la palla.

Romagna 5,5: Perde Insigne con regolarità, lasciando la propria fascia spesso scoperta.

Ceppitelli 6: Partecipa al pressing alto della squadra. I gol di Callejon e Mertens però non possono che essere addossati sui due centrali.

Castan 4,5: Sbaglia qualche intervento di troppo e regala il rigore che chiude definitivamente la gara.

Lykogiannis 5: Rischia di regalare il vantaggio al Napoli nella prima fase del match, con un fallo da rigore non fischiato dall’arbitro.

Padoin 6 : Si muove bene nel primo tempo, per poi crollare come il resto della squadra. Dal 59′ Ionita 5,5 – Entra in campo contro un Napoli ormai avviato verso la vittoria, e non riesce ad opporre resistenza.

Barella 6: Buone idee e lanci brillanti. Nessuna giocata però risultata decisiva. Dal 77′ Deiola s.v.

Farago 5,5: Parte subito bene, offrendo un’ottima palla per Pavoletti. Il livello della sua prova però cala nella ripresa.

Joao Pedro 5,5: Buona prova ma non all’altezza delle sue migliori. Manca la giocata decisiva.

Pavoletti 6,5: Un’ottima gara, soprattutto nel primo tempo. Va a caccia del gol contro la sua ex squadra ma è sfortunato. Gioca molto per la squadra.

Han 6: Si muove bene e non ha paura di provare la giocata. Sa inserirsi ma viene a mancare la zampata della vera punta. Dal 62′ Cossu 5: Non riesce mai ad accendere la manovra offensiva.

All. Lopez 6,5: Gara ben impostata nei primi 45′. Pavoletti e Han mancano il vantaggio che avrebbe potuto dare la svolta, prima del logico calo nella ripresa.

Napoli

Reina 7: Si supera subito su Han, sempre presente ed attento quando deve, anche in uscita e sulle palle alte. La porta inviolata è la prova della sua ottima serata.

Hysaj 6,5: Non parte benissimo, ma si riscatta. L’azione del raddoppio porta anche la sua firma. Chiede il cambio a Sarri per un problema alla coscia che andrà valutato. Dal 73’ Maggio 6,5 – Dà una preziosa mano senza subire nulla.

Albiol 6,5: Il primo errore in copertura potrebbe essere letale, ma Reina gli guarda le spalle. Alla lunga vince il duello con l’ex compagno Pavoletti.

Koulibaly 6,5: Si prende un giallo che forse poteva evitare, cresce alla distanza come il compagno di reparto.

Mario Rui 7: Scongiurata l’assenza per il problema al piede dopo la gara di Lipsia, è il migliore della linea difensiva. Corre come un forsennato, limita Faragò e si concede un gol bellissimo nel recupero.

Jorginho 6,5: Rischia l’ammonizione con un calcetto di stizza, ma per il resto fa da faro alla manovra azzurra. Ha evitato il giallo, ci sarà con la Roma. Dal 75’ Diawara 6,5: Un quarto d’ora per ritrovare fiducia.

Allan 8: Vive un momento di forma che non trova più aggettivi. Non parte benissimo, ma mette il diesel e quando si accende lui il Napoli vola. Incredibile il recupero sul primo gol azzurro, mette la freccia anche nell’azione che porta al raddoppio. Non si capisce perché il Brasile non lo chiami già stasera per il Mondiale.

Hamsik 7: Nel primo tempo non trova mai il tiro, quando lo fa spara altissimo, e questa è una colpa, ma nel massimo momento di difficoltà in avvio è quello che tiene alta la bandiera azzurra, e questo è un grande merito. Il gol della ripresa è il giusto prezzo dopo un’ottima prestazione.

Insigne 8: Se non si specchiasse come troppo spesso fa, sarebbe imprendibile per ogni difensore del campionato italiano e, molto probabilmente, anche in giro per l’Europa. Ma la qualità è innegabile, fa impazzire la corsia destra del Cagliari e dialoga coi compagni con finezza incredibile. L’assist per Marek ne è la prova, il rigore trasformato lo fa tornare al gol in campionato nel 2018.

Callejon 7: Prende botte e ne dà, ma soprattutto non si fa pregare per metterla dentro. Inesauribile e prezioso.

Mertens 7: La sua stizza al momento della sostituzione ne denuncia tutta la voglia di restare in campo e fare bene con questo Napoli. Ma fa bene Sarri a preservarlo; dopo il suo gol, la saracinesca sul match. Dal 64′ Zielinski 6,5: Avrebbe il tempo giusto per farsi notare, ma deve agire da esterno d’attacco e non riesce a pungere troppo.

All. Sarri 7,5: Il +4 sulla Juve è solo fittizio, vista la gara da recuperare per i bianconeri, ma al morale di questo Napoli può fare anche bene. La gara di Cagliari va via come deve andare: prima si soffre bene, senza concedere troppo, poi si ribatte colpo su colpo. Il Napoli è una goduria, il Cagliari ci mette del suo e lascia campo completo agli azzurri. La doppia sfida con Roma e Inter potrà dire di più, ma per stasera può applaudire i suoi.