Bologna-Inter, conferenza pre-partita Conte: “Altro che Juve-Torino, concentrati solo sulla nostra gara”

Un Antonio Conte molto motivato quello che si è presentato al consueto appuntamento in conferenza stampa pre-partita. Tanti gli argomenti evidenziati dal tecnico: dall’analisi del match di domani e gli aspetti da migliorare, senza tralasciare il discorso relativo ai singoli. 

“Affronteremo una gara molto difficile. L’obbiettivo è quello di portare quanto più punti possibili a casa, senza pensare a chi ci sta avanti o dietro. Questa Inter sta attraversando una stagione in cui l’unico traguardo che deve raggiungere è quello della credibilità. Bisogna far capire che la squadra c’è e che ha un progetto da voler portare avanti senza se o ma. Lo scudetto, così come detto anche da Gasperini per la sua Atalanta, è solamente un aspetto mediatico. Niente “gufata” alla Juve, il tecnico pensa solo al proprio di cammino: “So che vi piacerebbe farmi fare polemica, ma io vi assicuro che la mia concentrazione è incentrata solamente sulla nostra di partita”. 

E per chi parla di similitudini tra il suo primo anno all’Inter con quello alla Juventus, il tecnico risponde così: “Lì, per quanto difficile sia stato comunque raggiungere lo scudetto al primo colpo, non avevo competizioni europee infrasettimanali. Le due situazioni sono quindi imparagonabili, visto che con la Champions League il dispendio di energie è molto più elevato”. Ecco, quindi, che per compensare la stanchezza portata dalle competizioni europee, Antonio Conte potrebbe chiedere investimenti alla propria società in vista del mercato di gennaio: “Delle mancanze della mia rosa di certo non ne parlo qui a voi, bensì alla dirigenza nel luogo adatto. In ogni caso io sono felice del lavoro svolto finora dai miei ragazzi, stanno tenendo l’asticella aizzata al massimo”. 

Immancabile, infine, l’analisi sui singoli: Lautaro è un calciatore molto forte, che può e deve crescere ancora di più soprattutto per quel che concerne la cattiveria sotto porta. Deve seguire il sacro fuoco che scorre nelle vene di un ragazzo di 22 anni. Le notizie di mercato su di lui non mi spaventano, sono concentrato sulle cose concrete”. Su Lazaro: “Stiamo parlando di un ragazzo giovane con grandi qualità. Ovviamente all’Herta aveva minor pressione, servirà rilanciarlo da titolare per fargli ritrovare un po’ di stima. Sta affrontando un normale percorso di inserimento, lo stesso che hanno fatto anche Sensi e Barella. La differenza sta nel fatto che quest’ultimi hanno macinato il tutto più velocemente”. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi