Avellino: De Liguori entra nella dirigenza

New entry nella dirigenza dell’Avellino: arriva Vincenzo De Liguori.

Ancora fino alla scorsa stagione calcava i rettangoli verdi, con la maglia del Nocera nel Campionato d’Eccellenza. Adesso, il neo-ex centrocampista inizia subito la sua avventura da dirigente, lo farà come scout nello staff del direttore sportivo irpino Enzo De Vito.

La sua carriera da dirigente inizia quindi sempre in Campania, dove aveva speso gran parte della sua carriera da calciatore.

Cresciuto nelle giovanili della Juve Stabia, approdò nella squadra maggiore già a neanche 18 anni, nel 1997, rimanendovi per 3 anni e collezionandovi 77 presenze nella vecchia Serie C1 con i suoi primi 2 gol da calciatore professionista.

Nel 2000, dopo la retrocessione in C2 delle Vespe, venne ceduto all’Ancona, con la quale però non giocò mai, venendo ceduto subito in prestito alla Viterbese, dove in una sola stagione collezionò 26 presenze sempre in C1 e sempre senza gol.

Iniziò poi un tram tram durato 6 anni, dal 2004 al 2010, in cui fu sballottato fra Taranto e Benevento, sempre militando nel terzo livello del calcio professionistico italiano-anche il Taranto lo cedette proprio dopo la retrocessione dalla C1 alla C2, nel 2004, nel Benevento militò fino al 2010, fin quando la vecchia Serie C fu ufficialmente ri-battezzata in Lega Pro.

Le ultime stagioni della sua carriera appunto le ha trascorse a Nocera, con una breve parentesi in prestito al Barletta nel 2012.

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato