Atalanta-Milan, Dichiarazioni pre-partita Pioli: “Sarà un campionato equilibrato”

L’allenatore del Milan Stefano Pioli è intervenuto ai microfoni alla vigilia della sfida di campionato tra il “suo” Milan e l’Atalanta guidata da Gian Piero Gasperini.

Il tecnico dei rossoneri loda la formazione bergamasca: “L’Atalanta è una squadra molto forte. hanno cambiato qualche giocatore, ma non l’intelaiatura. Abbinano organizzazione, intensità e qualità” Domani servirà tutto. Soprattutto qualità, che è quella che ti fa vincere le partite. Ma dobbiamo avere intensità, mentalità e compattezza”.

Pioli parlando di Tonali crede che possa diventare un centrocampista completo. Per farlo ha bisogno certamente di esperienza, ma deve continuare a mantenere umiltà, generosità e voglia di lavorare.

Secondo l’allenatore del Milan, la sua squadra deve continuare a crescere attraverso un percorso già intrapreso. Sarà un campionato molto equilibrato, con 7/8 squadre che partono alla pari per poterlo vincere.

Per la partita di domani non ci sarà Krunic. L’ex centrocampista dell’Empoli è alle prese con uno stiramento al retto femorale sinistro, il quale dovrà essere valutato nei prossimi giorni, per capire i tempi di recupero.

Atalanta-Milan, 2° giornata di Serie A

L’ex tecnico di Lazio e Inter si sofferma anche a parlare del nuovo acquisto De Ketelaere: “Ha fatto bene in tutte e tre le zone della trequarti, partendo principalmente da trequartista o da seconda punta. Non da esterno. La vedo difficile che possa partire da destra . Certamente la sua duttilità potrà essere un vantaggio. Ne è consapevole, è un ragazzo molto intelligente che sta imparando la lingua e dimostra la sua applicazione”.

L’allenatore del Milan parla anche di mercato e ammette, che effettivamente qualcosa ancora manca a livello numerico nella rosa. C’è la volontà, se ci fosse la situazione giusta, di migliorare alcune situazioni.

Pioli ribadisce l’importanza della rosa lunga. La concorrenza fa bene e i calciatori devono mettere in difficoltà l’allenatore. Tutti sono importanti, nessuno è indispensabile. Questa è la mentalità di una grande squadra.

Il tecnico rossonero descrive le caratteristiche che possono apportare alla manovra Messias e Saelemaekers. Il primo è bravo a fornire ampiezza, il secondo si trova a suo agio nelle lineee.

Altro calciatore su quale il Milan punta tanto è certamente Pobega. Può fare bene con la sua fisicità. Come dichiarato dallo stesso Pioli ha avuto qualche problemino fisico in estate, ma adesso sta recuperando ed è pronto.

Luca Meringolo

Informazioni sull'autore
Laureato in Comunicazione e Dams, collaboratore di Klichè e StadioSport. Tifoso del Milan, ma sa riconoscere gli errori della sua squadra e loda anche gli avversari per i loro meriti. Obiettivo: giornalismo imparziale!
Tutti i post di Luca Meringolo