Argentina: FIFA minaccia sospensione ed esclusione dai Mondiali 2018

La Nazionale argentina rischia di non giocare le prossime due gare di qualificazione contro Cile e Bolivia. Mondiale compromesso?

La minaccia giunge direttamente dalla FIFA: la Nazionale argentina rischia di saltare le prossime due partite di qualificazione, il 24 e 28 marzo rispettivamente contro Cile e Bolivia, e di compromettere così la sua corsa verso il Mondiale di Russia del 2018.

Paulo Dybala

La posizione dell’Argentina, quinta nel suo girone di qualificazione, non è certo delle più rosee, ma questo eventuale doppio stop forzato comprometterebbe, forse definitivamente, la sua corsa verso il Mondiale russo. La Federcalcio argentina ha nei giorni scorsi approvato un nuovo statuto che modifica l’articolo 87, più nello specifico il paragrafo 2. In pratica si stabilisce che a valutare l’idoneità o meno dei candidati alla presidenza della Federcalcio (AFA) non sia più la CONMEBOL ma un collegio di avvocati di Buenos Aires.

Per tale motivo la FIFA e la CONMEBOL hanno inviato una lettera ad Armando Perez, Presidente della giunta di regolamentazione dell’AFA, per far rivedere il suddetto articolo 87 modificato. “Il mancato rispetto di tale richiesta – si legge nella lettera – verrà valutata dagli organi competenti della CONMEBOL e della FIFA e verranno adottate le misure ritenute più appropriate, tra le quali possibile sospensione dell’AFA“.

Ora, se la Federcalcio argentina non modificherà repentinamente il suo statuto, rischierà una sospensione di 30 giorni saltando così le partite decisive contro Cile e Bolivia di fine marzo. Due sconfitte a tavolino comprometterebbero, forse in via definitiva, la rincorsa di Dybala e compagni ai prossimi Mondiali.

 

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Veronica Martella

Informazioni sull'autore
Pugliese, una laurea in storia dell'arte e tanta passione per il calcio e la Roma in particolare. Amo le cose belle e semplici della vita e non sopporto l'arroganza, l'intolleranza e chi non si emoziona mai per nulla.
Tutti i post di Veronica Martella