Ahi Benevento, così non va bene: è la peggior squadra d’Europa

Al termine delle prime 6 giornate di campionato italiano la squadra di Baroni è la peggiore in Europa. Zero punti, 6 sconfitte e un solo gol segnato. Peggio anche di Alavés e Crystal Palace.

Notte fonda per la neopromossa in Serie A Benevento. Dopo la bella stagione dello scorso anno in Serie B, coronata con la promozione nella massima serie, i campani non sono ancora riusciti a trovare la dimensione nel campionato più importante, risultando essere la peggiore squadra in Europa.

INIZIO INCORAGGIANTE – l’inizio dell’undici di Baroni non è stato niente male: sconfitta per 2-1 contro la Sampdoria a Genova, ma sprazzi di bel gioco e soprattutto il talento di Amato di Ciciretti,messosi in mostra con un super gol nella prima giornata. Poi, complice anche il calendario sfavorevole, niente di più: le sconfitte di misura contro Bologna e Torino, le goleade subite contro Napoli e Roma e l’ultima gara persa per 2-0 contro il Crotone.

NESSUNO COME IL BENEVENTO – l’impietosa classifica dei giallorossi gli permette di essere la peggiore squadra dei cinque campionati europei. In Spagna andamento simile ce l’ha l’Alavés, che con 0 punti e 10 gol subiti rappresenta il fanalino di coda della Liga, mentre in Premier League è il Crystal Palace a trovarsi all’ultimo posto in classifica, sempre con 0 punti. Un punto invece per il Colonia che, nella giornata di ieri, ha ottenuto il primo pareggio contro l’Hannover, muovendo la propria classifica.

DA DOVE RIPARTIRE –in una situazione ai limiti della disperazione, il Benevento può contare su poche certezze per sperare in un prosieguo di campionato migliore. Una su tutti l’entusiasmo del Ciro Vigorito, che ha sempre appoggiato la squadra,anche nei momenti difficili. Fondamentale anche l’esperienza dei giocatori abituati a giocare in Serie A: Lazaar, Costa, Memushaj e Cataldi su tutti. In ultimo, l’estro di Ciciretti, unico giocatore in grado di garantire creatività alla fase offensiva dei campani.

Nonostante ciò, il Benevento sembra destinato ad essere il fanalino di coda di questa Serie A. Salvarsi sarà difficile, sarà importante sfruttare gli scontri diretti che possono portare punti pesanti. I campani ci proveranno, partendo magari da un calendario che presenta, dopo la complicatissima sfida con l’Inter, lo scontro diretto con il Verona, penultimo in classifica. 

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.