Agente Insigne: “Rinnovo? De Laurentiis ha offerto metà dell’ingaggio attuale”

L’agente di Lorenzo Insigne, Vincenzo Pisacane, ha illustrato al “Roma” la situazione contrattuale del suo assistito, spiegando le ragioni che lo spingono a procrastinare la firma sul rinnovo del contratto.

C’è un nodo da sciogliere in casa Napoli: è quello relativo al rinnovo di Lorenzo Insigne. Il capitano va in scadenza a giugno e, nonostante le tempistiche siano ormai brevi, il raggiungimento di un accordo appare ben lontano.

Aumentano invece le voci che vedrebbero il classe 19991 lontano dalla campania, con diversi club importanti pronti a metterlo sotto contratto. Prime fra tutte l’Inter, che anche per bocca del suo amministratore delegato, Giuseppe Marotta, ha confermato di stare monitorando l’opportunità in ottica futura.

Intanto Insigne resta sospeso in un limbo: capitano di una squadra che, con l’apertura del mercato invernale, potrebbe lasciare a parametro zero. In questi mesi si è speculato molto sul futuro del numero 24 azzurro. Fonti giornalistiche affermano che abbia rifiutato una proposta di rinnovo da 4,5 milioni più bonus (migliorativa rispetto a quanto percepisca ora).

E in una città passionale come Napoli, i tentennamenti di un napoletano Doc, di un simbolo della squadra, hanno finito per alimentare il malcontento di uno spicchio di tifosi-

Qual è lo stato d’animo di Insigne? Cosa si cela dietro la mancata firma del contratto? Ha provato a fare chiarezza, anche per spegnere le voci di un possibile “tradimento”, l’agente Vincenzo Pisacane. Queste le sue parole rilasciate al “Roma”:

Sto sentendo troppo spesso giornalisti abbastanza importanti di testate nazionali insinuare che Lorenzo abbia rifiutato offerte irrinunciabili da parte del Napoli – ha detto Pisacane – La verità è che il Napoli ci ha proposto il rinnovo con ingaggio dimezzato rispetto a quello attuale. De Laurentiis sa quanta stima nutriamo per lui, ma sa anche che la proposta va aumentata, non tagliata. Basta vedere i rinnovi proposti a chi ha firmato prima di Lorenzo. Per questo lui è rimasto spiazzato”.

La trattativa è ancora in fase interlocutoria, dunque ci sarà modo per ricalibrarne i termini, ma “È la società che deve fare un passo verso un simbolo di Napoli. In 16 anni che faccio questo lavoro non ho mai visto un rinnovo al ribasso”, afferma Pisacane.

La palla passa ora a De Laurentiis, che deve affrettare i tempi del gioco se non vuole ritrovarsi a perdere il suo capitano a parametro zero. Sarebbe la conclusione amara di una storia che va avanti da quasi 10 anni e che, proprio a maggio, potrebbe coronarsi con la conquista dellop Scudetto.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€