Vuelta a Espana 2021: Primoz Roglic ipoteca la maglia rossa

Vuelta a Espana 2021, Primoz Roglic ottiene una splendida vittoria in altura ai laghi di Covadogna, dopo aver combattuto per diversi chilometri con un tenace Egan Bernal. Lo sloveno della Jumbo ha ora 2:22 di vantaggio su Enric Maas.

Primoz Roglic si riprende di prepotenza la maglia rossa: lo sloveno della Jumbo Visma dimostra di essere il corridore più forte presente a questa Vuelta a Espana e ottiene una splendida vittoria ai laghi di Covadogna, in una delle tappe più dure dell’intero percorso.

Vittoria giunta al culmine di una lunga fuga condotta in coppia con Egan Bernal, suo antagonista principale alla vigilia, che oggi probabilmente abdica in maniera definitiva alla possibilità di vincere il grande giro che ancora manca nel suo palmares.

Eppure era stato proprio il colombiano a movimentare la corsa durante la seconda scalata alla Collada Llomena, GPM di prima categoria con pendenza del 9,3%. Su quella salita i due rivali si sono staccati dal resto del gruppo, iniziando a fare corsa a sè.

Roglic ha avuto nuovamente l’abbrivio migliore che gli ha permesso di affrontare la salita e mettere in crisi Bernal senza particolari accelerazioni o sforzi apparenti. Il colombiano, molto semplicemente, non è riuscito a tenere il ritmo impresso dal detentore della corsa, e a sette chilometri dalla fine, sulle rampe di una salita con punte del 14%, è stato ripreso dal gruppo di corridori al seguito, con Enric Maas che aveva alimentato un timido cenno di reazione della Movistar e Sepp Kuss, gregario di lusso, a completare una splendida doppietta per la Jumbo.

Roglic si riprende così il simbolo del primato, mentre un encomiabile Eiking deve cedere lo scalpo a poche tappe dalla fine, pagando nove minuti e 23 secondi. Il vantaggio dello sloveno ammonta ora a 2:22 da Enric Maas, il più diretto inseguitore.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€