Volley, Serie A1 femminile: Scandicci batte Busto al tie-break ed è seconda

Serie A1 volley femminile, di Scandicci il big match della quinta giornata: battuta Busto Arsizio 3-2. Toscane al secondo posto.

Fa festa Scandicci al Palayamamay di Busto Arsizio: la squadra di Barbolini vince 2-3 (21-25, 25-23, 25-16, 18-25, 12-15) il big match della quinta giornata di Serie A1 volley femminile, ed ora si trova al secondo posto in compagnia di Novara, dietro solo all’inarrestabile Imoco Volley Conegliano.

Partita di grande intensità tra due squadre che si sono equivalse. Busto ha ribaltato la situazione dopo un primo set perso malamente, ma nel momento decisivo ha ceduto davanti alla maggior tenuta avversaria, infrangendosi definitivamente contro il muro dell’esperta Sara Alberti.

Le due squadre, rispettivamente terza e quarta forza del campionato, sono ora attese dai match contro Monza e Conegliano. Due test importanti, per certi aspetti proibitivi, che metteranno alla prova le ambizioni di entrambe le compagini.

Immagine: Lega volley femminile

La sintesi di Busto Arsizio-Scandicci 2-3

La squadra toscana si presenta in campo con la diagonale Malinov-Lippmann; Alberti e Bia sono le centrali, mentre Pietrini e Natalia giocano in banda. Libero è Castillo.

Busto, padrona di casa, risponde con: Poulter-Mingardi in diagonale; Olivotto-Stevanovic al centro; Gray e Bosetti in attacco. Libero Giorga Zannoni.

Malinov si appoggia molto a Louisa Lippmann nelle prime fasi di gioco, e la pipe della tedesca frutta un primo allungo deciso di Scandicci (5-8).

Busto si tiene in scia con la diagonale di Gray e la fast di Stevanovic (8-9), ma un ace di Natalia ristabilisce le distanze (8-11).

Alcune imprecisioni offensive della squadra di Musso fanno sì che il sestetto toscano possa staccarsi ulteriormente (11-15).

Mingardi prova a reggere le sorti della sua squadra, ma una parallela di Lippmann vale il 15-20 Scandicci.

Una spazzolata sul muro bustocco permette alle toscane di volare sul 18-23. Ma Busto reagisce nel finale di set e, grazie a un buon turno in battuta di Gray, riduce il gap sino al 21-23.

Barbolini chiama timeout e Bia, in fast, toglie le castagne dal fuoco (21-24). Chiude i conti Natalia, con un buon attacco in diagonale (21-25).

Il secondo set procede in modo equilibrato, dopo che Scandicci si porta sul 4-7 con una pipe di Natalia.

Mingardi rimette le cose in equilibrio con una diagonale (7-7), e Bosetti contribuisce con un mani out (10-10).

Scandicci allunga nuovamente con Natalia (10-12) e Pietrini, brava a colpire in diagonale (10-14).

Musso chiama tempo e Busto torna in campo con altro spirito: Stevanovic colpisce in fast, e Poulter si fa sentire a muro su Lippmann (20-19).

Messo il muso avanti, la squadra bustocca allunga con un altro muro della sua palleggiatrice su Pietrini (23-21).

Scandicci rimane attaccata con una fast di Bia (24-23), ma cede su una diagonale di Gray (25-23).

Nel terzo set è decisamente Busto a prendere il controllo: una diagonale di Gray vale il 10-6 che incanala il parziale.

Scandicci prova a reagire nelle fasi centrali, ma poi subisce un altro schiaffone dell’americana che porta il punteggio sul 16-11.

Le toscane rispondono con una difesa di Natalia che tocca la riga (16-12) e un ace di Bia, propiziato dal nastro (19-14).

Non abbastanza per arginare l’ondata biancorossa che si fa perentoria con la fast di Stevanovic (21-15).

Alberti manca un attacco in primo tempo e dà a Busto otto set point. Mingardi non si fa pregare, e chiude il parziale sul 25-16, con una gran diagonale.

Inizio di quarto set con Busto che si porta avanti di uno dopo un errore di Lippmann (6-5).

Scandicci pareggia murando Gray (10-10), poi si porta avanti con un primo tempo di Alberti (11-12).

Ancora Gray viene neutralizzata due volte dal muro avversario, con Scandicci che si porta sul 12-15.

La squadra di Barbolini mostra qualche problema nella gestione, e spreca un attacco con Natalia (13-16).

Mingardi, da par suo, tira forte in diagonale e costringe le toscane al break (15-16).

Al rientro in campo è proprio Natalia a farsi perdonare con due attacchi consecutivi che valgono il 16-19, e inducono Musso a fermare il gioco.

Scandicci si porta dunque sul 18-22 con una diagonale di Lippmann, poi si conquista sei palle set lavorando ancora a muro su Gray.

Chiude il parziale un errore di Gray in diagonale (18-25).

Si va al tie-break: Busto si porta avanti 3-2 con un muro di Stevanovic su Natalia. Scandicci replica e allunga sul 6-4 con una diagonale di Pietrini.

Parziale molto equilibrato ed è Natalia, in pipe, a mandare le squadre al cambio campo (8-6).

Le toscane allungano di prepotenza, sull’8-11, con un muro a tre ai danni di Mingardi.

Gray va nuovamente in battuta e crea problemi: una ricezione sbagliata di Scandicci permette a Mingardi di mettere giù il pallone del 10-11. Ed è la stessa Mingardi a murare Natalia e rimettere le cose in parità (11-11).

La bomber bustocca gioca punto a punto con Lippmann, ma un suo errore regala due match point a Scandicci (12-14).

È Sara Alberti a chiudere la contesa sul 12-15 con un muro ai danni di Poulter. Scandicci batte Busto 3-2 e si prende il secondo posto a tre punti da Conegliano.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€