Volley maschile, semifinali Play Off: l’Itas Trentino espugna l’Eurosuole Forum

Come la semifinale svoltasi ieri tra Perugia e Monza, anche Gara 1 tra la Cucine Lube Civitanova e l’Itas Trentino si è decisa solo al tie break. L’incontro è terminato dunque 2-3 (25-23; 21-25; 25-21; 24-26; 12-15) in favore dei ragazzi di Lorenzetti.

Una semifinale scudetto è sempre una partita in cui a fare la differenza sono i dettagli. In questo caso l’elemento che ha portato alla vittoria Trentino è stato Lucarelli. Il campione olimpico ha meritato il titolo di MVP grazie ai suoi 23 punti di cui 5 ace e 1 muro.

Quella di stasera per i trentini è una vittoria molto importante e si va ad aggiungere alla qualificazione in finale di Champions. Ma nulla è ancora deciso e la sfida si ripeterà l’1 aprile ma questa volta alla BLM Group Arena.

Il racconto del match

Civitanova ha ritrovato nei giorni scorsi De Cecco e Leal e Blengini decide di schierarli titolari fin dal primo punto assieme a Juantorena, Rychlicki, Anzani, Simon e Balaso.
Trentino schiera il sestetto tipo: Giannelli, Abdel-Aziz, Lisinac, Podrascanin, Michieletto, Lucarelli e Rossini.

Logo Superlega maschile volley

Primo set

Civitanova comincia a macinare punti fin dall’inizio e l’ace di Juantorena (5-1) costringe Lorenzetti a fermare subito il gioco. Il centrale cubano trova il secondo punto diretto dai nove metri per i padroni di casa (7-2). Lucarelli alza all’indietro per Nimir, il quale mette a segno l’attacco del 9 a 6.

Anche De Cecco va a segno con un pallonetto di prima intenzione (11-7). La confusione nel campo degli ospiti regna sovrana e il divario con i cucinieri si amplia sempre di più. Il video check dà ragione a Lorenzetti: il servizio di Abdel-Aziz è in campo (18-15).

L’Itas si riavvicina con l’attacco di Lucarelli, arrivato dopo una serie di recuperi strepitosi dei compagni (21-20). Michieletto trova la zona di conflitto avversaria ed è il punto del sorpasso (22-23). Nel momento più difficile Leal mette a terra l’ace del 24-23 e il muro del palleggiatore marchigiano chiude i conti.

Secondo set

Poco usato nel parziale precedente, ora è Anzani a mettere la firma sui primi punti per i biancorossi (3-3). Ma Trento, diversamente da quanto accaduto prima, riesce a resistere grazie ad una buona prova in attacco. L’Itas mantiene il punto del vantaggio con l’ace di Podrascanin (9-10).

Il muro di Lisinac vale il +2 per i gialloblù (11-13). L’errore diretto in attacco dell’altro centrale serbo riporta il gioco sul 14 pari. Massimo vantaggio per gli ospiti fino a questo momento con l’ace di Lucarelli che cade all’incrocio delle righe (15-18).

La reazione della Lube passa per gli attacchi di Rychlicki (19-21). Sul fallo di palleggio di De Cecco si chiude il set in favore di Trento.

Terzo set

Qualche errore di troppo al servizio di entrambe le formazioni mantiene il punteggio sul 4 pari. Il doppio vantaggio della Lube arriva con la diagonale lunga di Juantorena (8-6). Il video check conferma l’ace del capitano biancorosso (10-7).

Civitanova tenta la fuga con il punto diretto in battuta di Rychlicki (14-9). Proprio la banda e l’opposto guidano la Lube sul +5 (18-13). Dopo l’ace di Lucarelli del 18 a 15, Blengini ferma il gioco. Lorenzetti si gioca la carta Kooy e lo schiacciatore olandese risponde con l’attacco punto del 19 a 17.

Simon per due volte consecutive affonda la ricezione avversaria (22-17) e rende sempre più complicato un eventuale recupero dei trentini. L’errore in battuta di Lisinac regala il set ai cucinieri.  

Quarto set

Simon sbaglia il primo tempo (2-4) ma si fa perdonare con l’ace per il 4 pari. Anche l’altro cubano di Civitanova mette in difficoltà la ricezione avversaria (8-6). La giocata d’astuzia di Juantorena vale il +5 per i biancorossi (11-7).

Il muro a uno di Giannelli mantiene l’Itas in partita (13-10). Il capitano marchigiano si vede costretto ad uscire dal campo per un infortunio alla mano. Cortesia, subentrato a Podrascanin, realizza il muro del -1 (14-13). Lisinac serve bene e trova il punto del vantaggio (14-15).

Dopo l’ace di Nimir (19-20), Blengini chiama time out per non farlo entrare in serie. Leal annulla il primo set-point e poi sigla il pallonetto del 24 pari. L’ace di Lucarelli manda le due squadre al tie-break.

Quinto set

Gli errori al servizio segnano l’andamento di inizio parziale (2-2). Nimir va a segno una prima volta da posto 4 ma poi prende l’asta (5-4). Anzani con un ace manda la Lube al cambio campo sul +2. Il vantaggio rimane invariato con la diagonale realizzata da Juantorena da posto 2 (10-8).

Il muro di Podrascanin rimette in equilibrio il gioco (10-10). All’attacco di Anzani risponde il centrale serbo con un primo tempo (12-13). Lucarelli trova l’ace del 12 a 14 e replica per il punto n.15.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€