Volley maschile, Play Off: Trentino soffre ma vince al tie-break

L’Itas Trentino con molta fatica rispetta il pronostico e vince in rimonta contro la Gas Sales Piacenza. È stata una partita di luci ed ombre quella dei ragazzi di Lorenzetti: partono nel modo migliore, per ben due volte nell’incontro si fanno rimontare; poi riaprono la partita per dominare l’ultimo set.

Sorprende invece Piacenza, guidata da un ottimo Russell (ex di giornata), che rende la vita complicata ai trentini per i primi tre set. I cambi scelti da Bernardi funzionano una prima volta ma non risolvono la situazione nel tie-break in cui nulla più girava nel campo biancorosso.

La squadra di casa con la vittoria per 3-2 (25-18, 23-25, 22-25, 25-20, 15-8), compie un primo passo verso le semifinali. Ora tutto verrà deciso con gara 2 che andrà in scena al PalaBanca.

Primo set

Ottima partenza di Grozer, con il primo attacco e due muri manda subito Piacenza avanti (0-3). Russell commette invasione a rete e il parziale torna sul 3 pari. Lisinac trova la zona di conflitto e il suo ace vale il 5 a 4. Il vantaggio aumenta con il punto diretto al servizio di Nimir (8-5) e costringe Bernardi ad usare il primo time out.

L’attacco in parallela dell’opposto emiliano trova l’asta e Trentino va sul +4 (10-6). La Gas Sales si riavvicina con un punto diretto dai nove metri di Clevenot (11-9). Sembra tutto facile per Michieletto, i due attacchi consecutivi valgono il 16 a 12.

Il massimo vantaggio per i padroni di casa arriva con il monster block di Podrascanin (20-13). Piacenza ripone le sue speranze sul primo tempo di Mousavi (23-18). È Lisinac a mettere la firma sull’ultimo punto realizzando, con l’aiuto del nastro, l’ace del 25 a 18.

Secondo set

Il centrale che ha chiuso il parziale precedente riprende da dove aveva terminato, con il primo tempo dell’1 a 0. Il muro a tre di Piacenza ferma l’attacco trentino (2-3). Il primo arbitro sanziona il pallonetto di Clevenot e il gioco torna in parità (6-6). L’ace del capitano biancorosso mantiene il gioco sul 9 pari.

Due parallele consecutive di Russell mandano la Gas Sales in vantaggio (10-11). Ancora lo schiacciatore americano trova la diagonale del 12 a 15. Il monster block della giovane banda trentina vale il -1 (14-15). Lucarelli trova le mani degli avversari e Trento recupera lo svantaggio (16-16).

Grozer vince il contrasto aereo (17-20) e Lorenzetti richiama i suoi in panchina. Il video check conferma l’ace di Lucarelli per il 20 a 21. Clevenot trova le mani del muro e conquista il primo set-point e poi chiude con una parallela all’incrocio delle righe.

Logo Superlega maschile volley

Terzo set

Due muri consecutivi di Grozer mandano gli emiliani subito in vantaggio (0-2). Il primo tempo di Prodascanin vale il 4 pari. il muro di Giannelli, da terzo di rete, manda avanti Trento sul 5 a 4. Ancora il capitano trentino, di seconda intenzione trova il punto del 6 a 5.

La prima pipe di Piacenza porta la firma di Clevenot (7-8) e la panchina trentina ferma il gioco. Michieletto in diagonale sigla il punto del vantaggio (10-9). Con una diagonale nel metro e mezzo di Russell, la Gas Sales torna sul +2 (11-13).

Nimir appoggia ed è Giannelli a mettere giù il punto del doppio vantaggio (15-13); costringendo Bernardi a chiamare time out. Il mani fuori dell’opposto manda i padroni di casa sul +4 (19-15). Piacenza prova a cambiare le carte in tavola, mandano in campo Botto e Antonov e quest’ultimo mette a segno l’ace del -2 (19-17).

L’attacco di Grozer vale il 19 pari e il coach di casa richiama i suoi in panchina. Mousavi in attacco trova il punto del 20 a 23, a cui aggiunge il primo tempo del 21 a 24. È ancora l’opposto piacentino trova il punto che porta avanti i suoi nel quoziente dei set.

Quarto set

Il nastro non aiuta Lucarelli e il suo attacco finisce fuori (0-2). L’Itas recupera e con il mani out di Abdel-Aziz passa in vantaggio (4-3). Il primo tempo di Podrascanin vale il +2 (7-5). Con il pallonetto dell’opposto biancorosso, gli emiliani tornano sul 9 pari.

Il fallo in palleggio di Russell permette alla sua vecchia squadra di tornare avanti (11-10). Nel momento critico del match, Lucarelli piazza l’ace del 15 a 11. Diversamente dal parziale precedente l’entrata, seppur molto positiva, di Antonov non è bastata; Trentino ha cominciato a mostrare il suo vero ritmo di gioco, affidandosi principalmente a Nimir.

Lo schiacciatore brasiliano manda la battuta in rete (23-20). Lisinac a muro regala il punto del set-point ed è Kooy con il suo primo attacco dell’incontro a riaprire la partita.

Quinto set

È ancora la banda a stelle e strisce di Piacenza ad aprire il set con una diagonale stretta (0-1). La finta di Podrascanin permette a Lucarelli di mettere a terra il pallone del 4 pari. L’alzata troppo alta di Baranowicz risulta ingestibile per Grozer (6-4) e Bernardi ferma il gioco.

Candellaro sbaglia il servizio e manda Trentino sul +3 (8-5) al cambio campo. L’ace di Lucarelli costringe il tecnico emiliano a chiamare il time out nuovamente. Nel campo biancorosso il troppo nervosismo ha influenzato l’andamento della squadra.

Botto e Finger entrano in campo ma tale soluzione non è sufficiente per completare la rimonta. Mousavi non si intende con il suo alzatore e l’attacco di Piacenza non funziona. Come nel set precedente è ancora Kooy a chiudere set e partita.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus