Ufficiale: Eriksen e Lisandro Martinez al Manchester United, Bernardeschi a Toronto

Red Devils scatenati sul mercato con gli acquisti di Eriksen e Martinez, intanto il Toronto conferma l’acquisto di Federico Bernardeschi.

Il mercato mondiale si tinge di rosso dopo che, nelle ultime settimane, gli inglesi del Manchester United e i canadesi del Toronto hanno fatto incetta di colpi di mercato.

Partendo dai Red Devils, gli ultimi giorni sembrano essere stati molto proficui per i definitivi arrivi di Christian Eriksen e Lisandro Martinez.

Per quanto riguarda Eriksen, ha del clamoroso pensare di come questo ragazzo, 13 mesi fa, era in bilico tra la vita e la morte, mentre oggi è in procinto di firmare con uno dei club più importanti di tutto il panorama calcistico europeo.

“Il posto perfetto per me”, ha commentato Eriksen l’indomani dell’ufficialità del suo approdo in “rosso” che determinerà il definitivo cambio di rotta di un calciatore che, grazie anche al Brentford che ha creduto in lui, ha ritrovato un percorso che sembrava perso per sempre.

Oltre il colpo Eriksen, il Manchester United ha ufficializzato anche l’arrivo di Lisandro Martinez, difensore argentino dell’Ajax che torna alla corte di Erik ten Hag che lo ha fortemente voluto.

Il nuovo allenatore del Manchester United ha spinto con insistenza per l’arrivo del calciatore, spingendo la dirigenza a pagare una cifra cospicua per il suo arrivo, ovvero 55 milioni di euro più bonus.

Intanto, in America, il contratto da 5 milioni all’anno messo sul banco delle trattative dal Toronto ha convinto definitivamente Federico Bernardeschi che diventa il terzo colpo “italiano” della campagna acquisti della squadra della MLS.

Dopo la stagione poco esaltante dello scorso anno, il Toronto cerca riscatto e per farlo ha puntato sui nomi della nostra Serie A.

Dopo il pesantissimo arrivo di Lorenzo Insigne, raggiunto poco dopo da Mimmo Criscito, anche Bernardeschi decide di scommettere sull’avventura canadese per rilanciare la sua carriera.

Una nuova sfida, quella di Bernardeschi, che può rappresentare un trampolino di lancio dopo 5 anni di alti e bassi con la Juventus.