Ufficiale: Elliott vende il 70% del Milan a RedBird di Cardinale per circa 1,8 miliardi

Milan, Elliott cede il 70% delle azioni alla statunitense RedBird Capital Partners di Gerry Cardinale: “Un onore e un privilegio essere accolti in questa famiglia. Il mio obiettivo è assicurare al club un futuro altrettanto radioso”.

Accordo raggiunto: dopo settimane di trattative, Elliott Corporation ha ceduto il 70% delle azioni del Milan alla statunitense RedBird, di proprietà dell’italoamericano Jerry Cardinale. L’agreement, raggiunto oggi, è stato annunciato da una nota ufficiale apparsa sul sito del club rossonero. RedBird verserà ad Elliott una cifra pari a 1,2 miliardi di euro, ma la holding guidata da Paul Singer manterrà quote minori di partecipazione e, dunque, un certo peso specifico nel cda della società meneghina:

RedBird Capital Partners (“RedBird”) ed Elliott Advisors UK Limited (“Elliott”) hanno annunciato oggi di aver sottoscritto un accordo definitivo per l’acquisizione da parte di RedBird dell’Associazione Calcio Milan (“AC Milan”, “Milan” o il “Club”), neo Campione della Serie A. Il passaggio alla nuova proprietà avverrà nel corso dell’estate, con il closing previsto entro settembre 2022.

L’accordo, che valuta il Club €1,2 miliardi, prevede che Elliott mantenga una partecipazione finanziaria di minoranza nel Club, nonché propri rappresentanti nel Consiglio di Amministrazione, consolidando così una partnership tra RedBird ed Elliott che darà continuità ai progressi compiuti sotto la guida di Elliott negli ultimi quattro anni.

La priorità per RedBird è di proseguire il lavoro con l’area sportiva e il management del Club per dare continuità al percorso del Milan, puntando a un ritorno ai vertici del calcio mondiale. La combinazione di successi sul campo, strategia di acquisto e sviluppo di nuovi giocatori e gestione commerciale globale di altissimo livello, unite all’esperienza di RedBird nel guidare e sviluppare franchigie sportive internazionali garantiranno un futuro ancor più luminoso alla leggendaria storia del Milan”.

Logo della “RedBird”, nuovo socio di maggioranza del Milan

RedBird acquista il 70% del Milan: chi è il fondo di investimenti americano

Sei miliardi in asset, RedBird è una Private Equity particolarmente attiva nel settore sport. La società di Gerry Cardinale ha rilevato il 10% delle azioni di Fenway Sports Group (“FSG”), un gruppo di investimenti che detiene i pacchetti di maggioranza del Liverpool, club vicecampione d’Europa, e dei Boston Red Sox, una delle franchigie più blasonate della MLS americana, che vanta ben nove titoli World Series.

La mission, come si legge sul sito della Private Equity, è quello di creare valore attraverso la crescita e il successo del proprio portfolio di controllate. RedBird intreccia relazioni con investitori fidati, reperiti attraverso il Network EFO, che conta più di 400 collaboratori.

Gerry Cardinale, attuale chairman di RedBird nonché ex membro di Goldman Sachs, ha fatto chiarezza su quegli che sono gli obiettivi che la sua organizzazione intende raggiungere abbracciando questo nuovo progetto:

È un onore e un privilegio essere accolto nella famiglia Milan. Specie dopo la conquista dell’ultimo, storico, Scudetto non vedo l’ora di abbracciare tutta questa storia e assicurarmi che il futuro del club sia altrettanto radioso.

Voglio congratularmi con il club, i giocatori, Elliott e i fans per questa incredibile stagione e sento una grande responsabilità nel portare avanti questo progetto. Sono stato nel mondo dello sport per 25 anni, e sono stato al SuperBowl, alle finali NBA, ma mai ho visto qualcosa di simile a quello che ho visto la scorsa domenica e lunedì. So cosa significa questo club per i milanisti e tutti i tifosi sparsi per il mondo.

È stata una grande esperienza di vita, oltreché un privilegio, poter sperimentare tutto ciò. Per me, un italoamericano, questo è come un ritorno a casa. Sento, pertanto, una responsabilità ancora maggiore, per tutto ciò di cui sono stato testimone nelle ultime due intense settimane. Nulla, nello sport, mi ha ispirato come ciò che ho visto la scorsa settimana. Un onore poterla vivere da tifoso, così da vicino.

Noi di RedBird vantiamo una grande longevità all’interno del mondo sport, ma arrivo a Milano umilmente, conscio di quello che è il mio ruolo, e il ruolo di RedBird: un ruolo da custodi per questo club, un ruolo di responsabilità nei confronti dei tifosi, i quali ringrazio per averci accettati. Vogliamo vincere, portare il club a uno step successivo, come consuetudine della sua storia. Per me – continua Cardinale – le parole chiave sono responsabilità e privilegio. Amo vincere, detesto perdere. Ai fans e alla città di Milano prometto impegno nel vincere, con onore ed integrità, e avere un futuro consono a ciò che vedo qui esposto (nella sala dei trofei ndr)”.

Queste le parole del chairman di RedBird, che ha chiuso la sua intervista con un “Forza Milan, sempre!”.