UEFA Nations League 2022-2023, i risultati della 5° giornata: l’Italia vince e sogna ancora la Final Four, inglesi retrocessi! Grande impresa dei magiari in Germania, la Francia rischia

LEGA A

GRUPPO 1

Croazia-Danimarca 2-1: bella vittoria da parte dei balcanici, che superano i nordici grazie al primo gol in Nazionale di Sosa e a Majer, il quale risponde subito al pareggio siglato da Eriksen. La Croazia sorpassa proprio la Danimarca e va in testa al gruppo con 10 punti, mentre i danesi restano a 9 scendono in seconda posizione; nell’ultimo turno per la prima ci sarà la trasferta a Vienna e per la seconda una sfida in casa contro la Francia. Per il contro-sorpasso la Danimarca dovrà vincere e sperare in una sconfitta dei croati.

Francia-Austria 2-0: grazie a Mbappé e a Giroud i campioni uscenti ottengono il primo successo in questa edizione del torneo e sorpassano gli austriaci lasciando loro l’ultima posizione a 4 punti e andando a 5. Per evitare la retrocessione la Francia deve vincere senza fare calcoli, mentre ne dovrà fare tanti l’Austria.

GRUPPO 2

Repubblica Ceca-Portogallo 0-4: Dalot (doppietta), Bruno Fernandes e Jota demoliscono i cechi, che a fine primo tempo, sullo 0-2, falliscono con Schick il penalty che avrebbe potuto riaprire il match. I lusitani sorpassano così la Spagna e con 10 punti si prendono la vetta, potendosi anche permettere un pareggio nel prossimo match proprio con gli spagnoli fermi a 8. I cechi, invece, finiscono in coda, superati dalla Svizzera e costretti ad vincere in casa degli elvetici per non retrocedere.

Spagna-Svizzera 1-2: clamoroso tonfo interno per le Furie Rosse, sconfitte e, ancora peggio, superate in vetta dal Portogallo. Jordi Alba, dopo un lungo inseguimento, pareggia la rete di Akanji ad inizio ripresa, ma gli elvetici segnano subito dopo con Embolo e tengono il risultato fino al triplice fischio. Agli elvetici ora basterà un pareggio in casa contro la Repubblica Ceca per non retrocedere, mentre la Spagna dovrà vincere in Portogallo per accedere alla Final Four.

GRUPPO 3

Germania-Ungheria 0-1: Szalai segna un gol fantastico e adesso i magiari, primo con 10 punti, sognano la Final Four, cui accederanno anche solo pareggiando nell’ultima sfida a Budapest contro l’Italia. I tedeschi, invece, rimangono fuori e potranno solo provare a raggiungere la seconda piazza in caso di mancato successo degli Azzurri.

Italia-Inghilterra 1-0: a poco più di venti minuti dal termine Raspadori realizza un gol tanto bello quanto importante che provoca la retrocessione clamorosa degli inglesi e consente agli Azzurri di sperare ancora nella Final Four, che potrà essere raggiunta solo con una vittoria in Ungheria visti i 8 punti contro i 10 dei magiari. Inghilterra-Germania, invece, non servirà a nulla e sarà una vera amichevole.

GRUPPO 4

Belgio-Galles 2-1: Moore non basta ai gallesi per rimontare i gol di De Bruyne e Batshuayi e così i belgi possono ancora sperare nella Final Four, ma non sarà semplice: non solo dovrà espugnare Amsterdam, ma anche farlo con almeno tre gol di scarto visto il 4-1 subito all’andata dagli Orange e i tre punti che li sperano, 13 a 10. Dovrà, invece, vincere senza badare allo scarto il Galles contro la Polonia, essendo i britannici ultimi con 1 punto e i polacchi penultimi con 4. All’andata vinsero questi ultimo per 2-1.

Polonia-Olanda 0-2: Gakpo e Bergwijn danno agli olandesi 3 punti che li confermano in vetta a 13 e, stando il +3 nei confronti del Belgio, la squadra di Van Gaal potrà anche perdere con uno scarto di massimo due gol nel derby per assicurarsi l’accesso al turno finale. Alla Polonia, invece, basterà pareggiare, o anche perdere con uno scarto non superiore ad un gol, contro i gallesi per salvarsi.

LEGA B

GRUPPO 1

Armenia-Ucraina 0-5: bella cinquina degli ucraini in trasferta, ottenuta grazie ai gol di Tymchyk, Zubkov, Ignatenko e Dovbyk (doppietta). Sconda a 10 punti, a -2 dalla Scozia, per ottenere la promozione gli ucraini dovranno ora battere proprio la capolista. L’Armenia, invece, è ultima con 3 punti e per salvarsi dovrà vincere in Irlanda.

Scozia-Irlanda 2-1: gli scozzesi rimontano la rete di Egan grazie a Hendry e Christie e mantengono la vetta. Per la promozione gli irlandesi dovranno almeno pareggiare in Ucraina.

GRUPPO 2

Israele-Albania 2-1: Uzuni pareggia la rete di Weissman a due minuti dal termine, ma Baribo trova il nuovo vantaggio in pieno recupero e manda gli israeliani in Lega A.

GRUPPO 3

Bosnia-Montenegro 1-0: Demirovic firma l’unico gol e regala ai suoi la promozione. Per i montenegrini, invece, il torneo si conclude al 2° posto oppure al 3°.

Finlandia-Romania 1-1: Pukki e Tanase fissano il risultato sul pareggio finale. Le due selezioni ora dovranno vincere le rispettive prossime partite per evitare la retrocessione: l’impresa più difficile toccherà alla Romania contro la Bosnia.

GRUPPO 4

Slovenia-Norvegia 2-1: Sporar e Sesko ribaltano Haaland e i nordici vengono raggiunti in vetta dalla Serbia. Entrambi a 10, norvegesi e serbi si sfideranno nel prossimo turno. La Slovenia, invece, dovrà almeno pareggiare contro la Svezia, ora ultima, per salvarsi.

Serbia-Svezia 4-1: Claesson illude gli svedesi, poi travolti dal tifone Mitrovic (tripletta) e colpiti anche da Lukic. Per ottenere la promozione la Serbia dovrà vincere in Norvegia con almeno due gol di scarto.

Nations League

LEGA C

GRUPPO 1

Lituania-Far Oer 1-1: Slivka riacciuffa Andreasen, ma il pareggio non basta ad evitare il declassamento dei lituani.

Turchia-Lussemburgo 3-3: clamorosa impresa degli ospiti, che mettono alle corde i turchi strappando loro un ottimo pareggio, che comunque consente alla selezione di casa di ottenere la promozione in Lega B. Gerson, Sinani e Rodrigues siglano i gol, i primi subiti dalla Turchia, portando per tre volte in vantaggio i lussemburghesi, ma Under, Chanot (autorete) e Yuksek pareggiano ogni volta.

GRUPPO 2

Cipro-Grecia 1-0: i già promossi ellenici cadono per mano di Tzionis, che risolleva i ciprioti riportandoli in lizza per la salvezza, che dovranno ottenere vincendo la prossima partita in Kosovo, possibilmente con un più di un gol.

Irlanda del Nord-Kosovo 2-1: anche i nordirlandesi si risollevano battendo in rimonta i balcanici grazie ai gol di Whyte e Magennis, che vanificano quello di Muriqi. L’Irlanda del Nord, a pari merito con Cipro a 5 punti, ma con una differenza reti migliore (-1 contro -3), dovrà adesso provare a vincere in Grecia, o almeno uscirne indenne e sperare in buone notizie dal Kosovo. I balcanici, però, devono fare attenzione: se perde, e vincono anche i nordirlandesi, saranno proprio loro a retrocedere.

GRUPPO 3

Kazakistan-Bielorussia 2-1: Gabyshev e Zaynutdin consegnan vittoria e promozione ai kazaki. Inutile il gol di Savitskiy: la Bielorussia è retrocessa.

Slovacchia-Azerbaigian 1-2: Dadashov e Haghverdi danno agli azeri una rocambolesca salvezza, mentre Jirka non basta agli slovacchi.

GRUPPO 4

Georgia-Macedonia del Nord 2-0: i georgiani vincono grazie a Miovski (autogol) e Kvaratskhelia e sono promossi.

Bulgaria-Gibilterra 5-1: Antonov, Despodov, Kirilov, Stefanov e Petkov sbrigano una pratica agevole, anche se i già declassati pirenaici riescono almeno a segnare con Chipolina la rete del momentaneo 1-1.

LEGA D

Lettonia-Moldavia 1-2: i lettoni perdono a sopresa e, teoricamente, rimandano la promozione alla trasferta in Andorra contro un avversario tranquillo. Sono Revenco e Nicolaescu a rovinare la festa ai padroni di casa, che riescono solo ad accorciare con Ikaunieks.

Liechtenstein-Andorra 0-2: Rosas e Cervos lasciano gli avversari a zero punti.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 34 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana