Tennis, WTA: tre azzurre avanti nelle quali di Auckland, subito out Cocciaretto

Nella notte italiana tra venerdì 3 gennaio e sabato 4 il circuito WTA ha ufficialmente aperto i battenti con i primi turni di qualificazione dei tre eventi in programma.

Come anticipato ieri erano tante le italiane in campo per lottare per un posto nei vari tabelloni principali e, dopo la prima giornata, il bilancio resta positivo sebbene la strada sia ancora lunga.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Federtennis)

Bella vittoria in rimonta per Camila Giorgi, quarta testa di serie nel tabellone cadetto del WTA International di Auckland, che, dopo aver perso il primo set, ha lasciato appena due giochi alla giapponese Kurumi Nara (4-6 6-2 6-0) qualificandosi per il secondo turno.

Qui la tennista marchigiana se la vedrà contro la ventunenne statunitense Caroline Dolehide, numero 146 del ranking mondiale che all’esordio, in due set, ha piegato la connazionale CoCo Vandeweghe.

Buona la prima anche per Sara Errani, entrata nel tabellone grazie ad una wild card e fortunata nel trovare un’altra tennista accreditata di un invito, ovvero la giocatrice di casa Erin Routliffe, battuta in due set (6-2 7-5).

Adesso l’azzurra sfiderà la belga Ysaline Bonaventure, testa di serie numero otto del tabellone passata indenne dall’incontro di primo turno grazie alla bella prestazione contro la romena Irina Bara, alla quale ha lasciato appena quattro giochi, in meno di un’ora di match.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Federtennis)

Super successo, invece, per Giulia Gatto-Monticone, chiamata all’esordio più complicato contro la terza testa di serie, la romena Ana Bogdan, vincitrice poche settimane fa del ricco torneo ITF di Dubai.

La tennista azzurra si è imposta in tre set (6-4 4-6 6-4) in un match estremamente equilibrato e adesso troverà la bulgara Isabella Shinikova per mantenere vive le speranze di qualificazione al main draw.

Nulla da fare, invece, per la giovanissima Elisabetta Cocciaretto, appena alla terza partita a livello professionistico, sul cemento, in carriera, e uscita sconfitta, in tre set (3-6 6-2 6-3) contro la spagnola Aliona Bolsova, numero sette del tabellone.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Federtennis)

A Shenzhen, invece, nell’altro evento in cui presenziava un po’ d’Italia va a Jasmine Paolini, numero quattro del tabellone, il derby tutto azzurro contro Martina Trevisan (6-3 7-5) e adesso sfiderà, per staccare già un biglietto per il main draw, la statunitense Nicole Gibbs.