Tennis, WTA Abu Dhabi; scossoni nel tabellone, belle vittorie di Kudermetova e Sakkari, vince ancora Sabalenka

Trema nel giorno dei quarti di finale il tabellone del WTA 500 di Abu Dhabi con l’uscita di scena delle prime due teste di serie, l’attuale numero quattro del mondo Sofia Kenin e la numero cinque Elina Svitolina.

Nell’ultimo incontro di giornata, vittoria al fotofinish, al tie break del terzo e decisivo set, per un’ottima Veronika Kudermetova che, dopo aver sconfitto all’esordio un’altra testa di serie, la numero dieci, l’estone Anett Kontaveit, ha fatto ancora meglio ai danni di Elina Svitolina (5-7 6-2 7-6).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

La tennista russa, dopo aver perso in extremis un primo set in cui ha sempre avuto il comando, ha saputo ricomporsi, trascinare l’incontro al terzo e, nonostante un passo falso al servizio per chiudere la pratica, ha ripreso il suo gioco martellante nel tie break, dominato per 7 punti a 3.

In semifinale Kudermetova affronterà un’altra tennista ucraina, la giovanissima classe 2002 Marta Kostyuk, per la prima volta così avanti in un appuntamento del tour maggiore, grazie alla vittoria al terzo sulla spagnoloa Sara Sorribes Tormo (0-6 6-1 6-4).

Anche nella parte alta sfide combattute ed una roboante sorpresa con l’uscita di scena della prima testa di serie, la statunitense Sofia Kenin, rimontata e travolta con parziale di 10 giochi consecutivi dal 2-2 del secondo set, dalla greca Maria Sakkari (2-6 6-2 6-0), che ha così bissato il prestigioso successo contro Muguruza.

Adesso per lei ci sarà l’inarrestabile Aryna Sabalenka che ha portato a 13 il numero di vittorie consecutive grazie al successo, pure lei al terzo set, sulla giovane kazaka Elena Rybakina (6-4 4-6 6-3).

QUI, per il tabellone completo del WTA 500 di Abu Dhabi.

QUI, per l’ordine di gioco di domani.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini