Tennis, Us Open: nessuna sorpresa, avanzano Djokovic, Tsitsipas e Zverev

Nessuna sorpresa negli incontri di secondo turno della parte alta del tabellone degli Us Open 2020 con le principali teste di serie avanti con pochi, se non zero, intoppi.

AVANTI TUTTA PER I FAVORITI

Cede il primo set al tie break contro un ottimo Kyle Edmund (6-7 6-3 6-4 6-2) ma poi emerge di prepotenza alla distanza il serbo Novak Djokovic, numero uno del mondo e grande favorite del torneo anche in virtù della recente vittoria nel Master 1000 di Cincinnati.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Us Open Tennis)

Djokovic, dopo aver ceduto con qualche distrazione di troppo il suo primo set del torneo ha poi ristabilito l’ordine con una prestazione, sempre un po’ a sprazzi, ma comunque molto positiva contro un avversario non semplice, un Edmund davvero in buona condizione.

Vittoria in quattro set anche per Alexander Zverev che, come Djokovic cede un tie break, nel secondo set, prima di avere la meglio sul giovane Brandon Nakashima (7-5 6-7 6-3 6-1) mentre fila liscio il secondo turno di Stefanos Tsitsipas che, in sessione serale lavora solo un set contro lo statunitense Maxime Cressy (7-6 6-3 6-4).

SCALPITANO I GIOVANI, LA PRIMA VOLTA DI DAVIDOVICH FOKINA

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Us Open Tennis)

Avanzano anche altri giovani talenti del circuito come lo statunitense Taylor Fritz, il canadese Denis Shapovalov ed il croato Borna Coric, tutti teste di serie e tutti vincenti, con modalità differenti, rispettivamente contro Gilles Simon (7-5 6-3 6-2), Soonwoo Kwon (6-7 6-4 6-4 6-2) e Juan Ignacio Londero (7-5 4-6 6-7 6-2 6-3).

Successo contro pronostico e decisamente interessante quello ottenuto dal giovanissimo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, classe 1999, che, in quattro set, ai danni del polacco Hubert Hurkacz (6-4 1-6 6-2 6-2), ha ottenuto il primo terzo turno in un major in carriera.

LE CONFERME, I GIOCATORI IN FORMA ED UN’UNICA SORPRESA

Passa al terzo turno anche il belga David Goffin, testa di serie numero 7, a segno in quattro set contro il sudafricano Lloyd Harris (7-6 4-6 6-1 6-4), così come lo spagnolo Pablo Carreno Busta, semifinalista qui tre anni fa, e vincente in tre set contro lo statunitense Mitchell Krueger (6-1 6-2 6-2).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Us Open Tennis)

Continua la corsa anche di due nomi interessanti che hanno già ben figurato nel precedente evento di Cincinnati ovvero il tedesco Jan Lennard Struff che ha superato lo statunitense Michael Mmoh (6-2 6-2 7-5) ed il serbo Filip Krajinovic, vincente pure lui contro un giocatore di casa, Marcos Giron, sempre in tre set (6-4 6-1 6-3).

Unica “sorpresa” della giornata è la vittoria, contro pronostico, almeno del seeding, del veterano Mikhail Kukushikin ai danni del cileno Christian Garin (6-2 6-1 3-6 4-6 7-5), numero 13 del seeding, che già al primo turno aveva rischiato recuperando uno svantaggio di due set a zero prima di imporsi al quinto ma che, questa volta, proprio al quinto set, ha dovuto capitolare.

GLI ITALIANI IN CAMPO OGGI, ORDINE DI GIOCO E TABELLONE

Occhi puntati, quest’oggi, sulla parte bassa del tabellone (qui l’ordine di gioco) e sugli ultimi due azzurri rimasti in gara, l’attesissimo Matteo Berrettini, numero 6 del seeding, opposto all’insidioso Ugo Humbert ed il siciliano Salvatore Caruso, di fronte ad una buona occasione contro lo statunitense Ernesto Escobedo in una sezione promettente del main draw.

Per consultare, invece, il tabellone completo, aggiornato alle sfide di terzo turno della parte alta: https://www.usopen.org/en_US/draws/index.html?event=MS

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini