Tennis, Coppa Davis: l’Italia batte la Colombia ed è ai quarti di finale

L’Italia del tennis batte 2-1 la Colombia e vola ai quarti di Coppa Davis. Decisive le vittorie di Sonego e Sinner su Mejia e Galàn. Ininfluente la sconfitta patita in doppio da Fognini e Sinner contro Cabal e Farah.

Missione compiuta: l’Italia, padrona di casa, si prende la scena in Coppa Davis accedendo ai quarti di finale. Battuta la Colombia 2-1, grazie ai successi in singolo di Sonego e Sinner. Ci si aspettava un match più semplice rispetto a quello trionfale contro gli Stati Uniti, e invece il tennista torinese ha faticato non poco contro Nicolas Meija.

Il colombiano spinge molto dalla parte del dritto e si prende il primo set al tie-break (5-7) approfittando di qualche errore dell’alfiere azzurro. Bravo Sonego a reagire nei set successivi, dove riesce ad imporre maggiormente il proprio ritmo al match, nonostante qualche cenno di sofferenza.

In apertura di secondo set, Sonego strappa un break all’avversario e tiene i successivi turni di battuta, chiudendo 6-4 e pareggiando i conti. Più agevoli le cose nel terzo parziale, dove Sonego conquista due break consecutivi e sigilla il match sul punteggio di 6-2.

iSonego dopo la vittoria su Meija in Coppa Davis

Tocca poi a Sinner scendere in campo, contro un Daniel Galàn che era il più rappresentativo della nazionale colombiana. Nulla da fare per il numero 111 del ranking mondiale. Troppa differenza con il portacolori azzurro, che vince un primo set faticando (7-5), ma nel secondo ottiene un bagel strappando tre volte la battuta all’avversario.

L’Italia è matematicamente tra le prime otto Nazionali del pianeta, e la coppia formata da Sinner-Fognini può concedersi il lusso di perdere la sfida di doppio. Un esito prevedibile, oltreché acccettabile, visto che Robert Farah e Juan Cabal costituiscono una delle diadi più forti dell’intero circuito (sono decimi nel ranking), vincitrice dei tornei di Wimbledon e US Open nel 2019, e al capaci di raggiungere anche i vertici della classifica mondiale.

Se c’è un “neo” che l’Italia deve cercare di neutralizzare al più presto è proprio quello del doppio. La nostra Nazionale, lo si sapeva, sconta qualche carenza sotto quell’aspetto e nelle sfide ad eliminazione diretta, quando i confronti si faranno più “tirati”, servirà ottenere il massimo risultato anche nel terzo incontro.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€