Superlega, volley maschile: Cisterna supera Vibo nell’anticipo

La Top Volley Cisterna ha presentato Filippo Lanza solo da un giorno ma lo ha subito utilizzato per vincere l’anticipo della 5a giornata di campionato contro la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia con il punteggio di 3-1 (25-23, 27-25, 20-25, 25-20).

Il nuovo acquisto, seppur importante, si è visto costretto nel corso dell’incontro a cedere il posto al suo connazionale più giovane. Oltre ai soliti Maar (23 punti) e Szwarc (21), l’arma segreta di Cisterna è stata proprio Rinaldi. L’ex Modena in più di una occasione ha cominciato la rimonta che ha portato alla vittoria dei set.

Nel campo di Vibo Valentia faticano ad entrare nei meccanismi di squadra i tre brasiliani, nonostante abbiano terminato la partita tutti in doppia cifra. Anche i 20 punti di Nishida non sono sufficienti per avere ragione sui padroni di casa.

Foto pubblicata da Top Volley Cisterna su Facebook

La sintesi del match

I sestetti. Soli decide di schiera subito Lanza in banda con Maar, Baranowicz al palleggio, Szwarc opposto, Bossi e Zingel al centro e Cavaccini libero.
Non ci sono novità invece nel sestetto, in maglia bianca, di Vibo Valentia con l’alzatore Saitta, l’opposto Nishida, le bande Douglas Souza e Mauricio Borges, i centrali Flavio e Candellaro con il libero Rizzo.

La partita. Vibo grazie al gioco in attacco, ottiene subito un piccolo vantaggio poi ricucito da Szwarc (3-4). È Mauricio a rubare la scena; dopo un giro davanti prolifico trova il punto diretto dai nove metri (8-10). Maar risponde al brasiliano andando a segno con ogni suo colpo, mantenendo la situazione in parità.

Qualche errore di troppo al servizio per Cisterna e l’ace di Saitta mandano gli ospiti sul +5 (14-19). L’entrata di Rinaldi scuote un po’ il team di casa e il suo ace vale il 20 pari. Il pallonetto di Maar e il mani fuori di Swarcz si porta sul 24 a 21; quest’ultimo va a segno anche per il punto che chiude il primo parziale in favore dei suoi.

I giallorossi, a inizio secondo set, soffrono molto in ricezione permettendo agli avversari di portarsi sul 7 a 4 con l’ace di Maar. Entrambi i palleggiatori si affidano ai loro centrali ma sono i giocatori in maglia bianca ad avere la meglio. Nishida torna a farsi sentire con la parallela e il mani fuori del 13 pari. Arrivano due ace consecutivi di Borges che portano Vibo sul +2 (15-17).

Ancora una volta è l’entrata di Rinaldi a invertire la rotta del set. Con gli attacchi dei laterali stranieri, Cisterna riaggancia gli avversari sul 21 pari. Nishida guida i suoi al set point ma Szwarc lo annulla. I vantaggi danno ragione ai padroni di casa grazie al punto conclusivo di Maar.  

Il giovane schiacciatore azzurro di Cisterna si guadagna il campo fin da inizio terzo parziale. Vibo non vuole sprecare la sua ultima occasione ma fatica ad allungare sugli avversari. Con la parallela di Douglas e il muro di Saitta, la Tonno Callipo conquista 4 punti di vantaggio (8-12) e un time out chiamato dagli avversari. Il palleggio del +6 di Mauricio manda la squadra di casa in crisi.

Data la situazione ormai compromessa, Soli cerca di cambiare qualcosa mandando in campo Raffaelli e Dirlic ma la vera rimonta comincia con l’ace di Baranowicz (14-18). Quattro punti che i ragazzi di Soli non riescono a recuperare e le loro speranze svaniscono con l’ace di Douglas.

Vibo riprende da dove aveva terminato ma Cisterna, guidata dal suo opposto, rimane sempre vicina nel punteggio per la prima parte del quarto set. La Top Volley passa per la prima volta avanti in questo set con l’ace di Maar (14-13). Gli schiacciatori laziali continuano ad essere incisivi e guadagnano un +2 importante (19-17).

La banda canadese diventa il terminale offensivo di Cisterna. L’errore di Mauricio vale il 23 a 20 per gli avversari e Baldovin ferma il gioco. Dirlic, appena entrato, realizza il 24° punto e Maar chiude i conti dai nove metri.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€