Serie B, top e flop 16° giornata: Brienza ha il piede caldo, Perrotta combina un disastro

Bari-Salernitana 2-0: Ad entrambe le squadre serviva vincere per rilanciarsi, ma la Salernitana ha fallito ancora, malgrado una prestazione positiva penalizzata dalle solite pecche offensive e difensive. Si è anche visto un buon Bari, propositivo e cinico, che passa con le reti di De Luca e Daprelà, nate entrambe da due ottime punizione di Brienza.

Il migliore dei padroni di casa è certamente Brienza (7), calciatore dai piedi da Serie A, decisivo anche oggi con due magistrali calci da fermo che sono valsi i gol. Imprescindibile. Male Maniero (5), poco servito e impreciso quando serve. Tra gli ospiti ottima gara del grande ex Rosina (6.5): un palo, una traversa e la solita qualità. Luiz Felipe (5) è il peggiore, per via dell’errore in marcatura sul primo gol. Errore che lo condiziona per tutto il resto della partita.

Avellino-Ascoli 1-2: Novellino avrà un compito arduo, cioè rivitalizzare una squadra del tutto incapace di gestire il risultato e controllare la gara. Irpini in vantaggio con Verde, ma i marchigiani trovano il pari con Gatto e passano in vantaggio con un rigore di Cacia, diventato il terzo bomber di ogni tempo della cadetteria con 125 reti.

Il migliore dell’Avellino è Verde (6.5), autore del momentaneo vantaggio e ultimo ad arrendersi. Il peggiore è Perrotta (4), beffato da Cacia ed espulso per fallo di mano in area.

Cacia (8) è il migliore degli ascolani per distacco: assist, rigore procurato, gol e record. Grande giornata. Nessuna insufficienza per gli ospiti.

top-and-flop

Cittadella-Spal 1-2: Prestazione opaca dei veneti, superati da una Spal più in palla e più tonica. Ferraresi in vantaggio con il primo gol in B di Bonifazi, capitan Iori pareggia momentaneamente e Zigoni, infine, regala agli ospiti una vittoria meritata. Il migliore dei locali è Litteri (6), gran combattente che sfiora anche il gol. Il peggiore è Benedetti (5), costantemente saltato da un indemoniato Lazzari.

Proprio Lazzari (7) è il migliore della Spal: inarrestabile motorino, da una sua galoppata nasce il gol decisivo. Nessuna insufficienza.

Novara-Vicenza 2-1: Buon Novara, brutto Vicenza. Soprattutto dietro. Biancorossi in avanti con Raicevic, ma i piemontesi rispondono con Lukanovic ed effettuano il sorpasso con Galabinov su rigore. Veneti penultimi, novaresi 11° in compagnia del Brescia.

Il migliore dei padroni di casa è Lukanovic (7): lotta, si inserisce bene e segna il suo primo gol da professionista. Non male. Nessuna insufficienza.

Nel Vicenza, ottimo impatto di Raicevic (6.5), subito in gol e costretto ad uscire al 20° per infortunio. Male Signori (4), che regala ingenuamente un rigore e si fa espellere nel finale.

Latina-Entella 1-1: Pareggio inutile per entrambe. Per i liguri, adesso ottavi e scavalcati dal Carpi e per i pontini, ad un solo punto dalla zona playout. Risultato forse giusto, anche se i laziali hanno colpito due legni. Corvia realizza il gol del vantaggio della squadra di casa, ma Masucci rimedia nel finale.

Il migliore del Latina è Corvia (6.5), ancora in gol e sempre sul pezzo. Non bene Dellafiore (5), poco lucido, nervoso, ed espulso nel finale.

Bravissimo Masucci (7), autore del pareggio e mai domo. Male Cutolo (5), mai pericoloso.

Ternana-Brescia 1-0: Umbri più in palla, lombardi imprecisi e lenti. Palombi regala tre punti di platino ai suoi.

Nella Ternana molto buona la partita di Palombi (6.5), match-winner e spina nel fianco della retroguardia ospite. Poco attivo Avenatti (5.5), che però avvia l’azione del gol.

Nel Brescia male Sbrissa (5), mai pericoloso, mentre Morosini (6.5), entrato al 60°, rientra a pieno regime e si rende spesso pericoloso.

Pro Vercelli-Pisa 0-0: Partita brutta, bruttissima, sonnolenta, e così via. Nulla di rilievo, se non la consueta ottima prestazione difensiva del Pisa, granitico dietro ed asfittico davanti. Ma nemmeno i piemontesi sono da meno.

Buona gara di sostanza di Altobelli (6.5) per i padroni di casa, spesso al tiro (unico a provarci), mentre Ardizzone (5) è un fantasma.

Per quanto riguarda il Pisa, ottima gara di Del Fabro (6.5), impeccabile in chiusura, e prova opaca di Eusepi (5), ben bloccato dai difensori di casa.

Spezia-Frosinone 0-0: I canarini giocano male e perdono l’occasione di portarsi momentaneamente in vetta. Spezia ben messo in campo, ma poco pericoloso. Annullato un gran gol in rovesciata a Terzi.

Nomen omen: Migliore (6.5) è il migliore in campo nello Spezia; imprendibile quando galoppa sulla sinistra. Male Okereke (5), assente non giustificato.

Tra gli ospiti buona prova di Pryyma (6), che compie un buon lavoro difensivo senza sbavature; male, tra i tanti, Soddimo (5), in netta difficoltà e senza verve.

 

 

 

 

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana