Serie B, squalificati 34° giornata: due squalificati per il Vicenza

Sono appena sette i calciatori squalificati dopo una 34° giornata estremamente corretta in cui gli arbitri non hanno dovuto tirare fuori cartellini rossi:

Nicola Bellomo (Vicenza) per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria

Cristian Zaccardo (Vicenza) per comportamento scorretto nei confronti di un avversario“;

Thiago Matias Casasola (Trapani) “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario”;

Francesco Fedato (Carpi) per comportamento scorretto nei confronti di un avversario“:

Andrea Palazzi (Pro Vercelli) per comportamento scorretto nei confronti di un avversario“;

Alessandro Salvi (Cittadella) “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario”;

Mattia Zaccagni (Verona) per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara“.

Tutte le squalifiche hanno una durata di un solo turno. In più, a Bellomo è stata comminata una sanzione di 1500 euro.

Una giornata tranquilla quindi, con poche ammonizioni e nessuna espulsione: un fatto raro in un torneo sempre acceso, soprattutto in queste ultime decisive giornate. C’è anche da dire che l’ultima giornata è stata abbastanza “ordinaria” dal punto di vista dei risultati, con pochi gol e risultati che hanno rispettato le aspettative, eccezion fatta per Verona-Spezia e, forse, Vicenza-Trapani.

Da condannare, infine, la svastica apparsa su un balcone durante Entella-Ascoli: l’uomo che l’ha esposta, il badante di un invalido che vive in quella casa, si è difeso inutilmente sostenendo di non sapere che fosse un reato mettere in mostra tale bandiera ed è stato denunciato. Non un episodio di giustizia sportiva, ma ordinaria, terminato nel modo più giusto.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana