Serie B, risultati 21° giornata: Benevento cannibale, buona la prima di Legrottaglie. Pareggi inutili a Chiavari e a Pisa

Cittadella-Benevento 1-2: il match è estremamente combattuto e vede i veneti avvicinarsi spesso alla rete, in particolare nella ripresa, anche se sono i sanniti a sbloccare il match al 70° con il primo gol in giallorosso dell’ex Moncini, che non esulta. Il Cittadella, tra l’altro in dieci per l’espulsione di Adorni ad inizio secondo tempo, non demorde e riacciuffa la parità cinque minuti dopo grazie ad un perfetto rigore di Iori. A tre minuti dalla fine Maggio trova il gol che vale l’ennesimo trionfo e che, complice la caduta casalinga del Pordenone, permette ai beneventani di portarsi addirittura a +15 dal secondo posto, mentre i padroni di casa perdono una posizione a beneficio dell’Entella.

Entella-Cremonese 1-1: Ciofani sblocca il risultato dopo pochi minuti, ma Giuseppe De Luca rimedia a fine primo tempo; il risultato non cambia più e il punto guadagnato da entrambe le squadre non è niente di più di un brodino caldo, soprattutto per i lombardi sempre in zona playout. I liguri, invece, staccano di un punto il Cittadella e salgono al quarto posto.

Pisa-Juve Stabia 1-1: i toscani ci provano in ogni modo in quella che possiamo definire la sagra del gol mancato, ma anche i campani non sono da meno. La sfida si anima a sette minuti dal termine con il vantaggio nerazzurro di Masucci, annullato tuttavia dal pareggio degli ospiti al 95° ad opera di Di Gennaro. La gara termina con una scazzottata in campo. La Juve Stabia è ora a -1 dalla zona playoff e a +5 da quella playout, mentre il Pisa è esattamente a metà strada tra i due tronconi.

Pordenone-Pescara 0-2: alla sua prima partita sulla panchina della prima squadra, Legrottaglie ottiene un successo fondamentale ai danni dei friulani, al primo ko interno stagionale. Le reti arrivano ad inizio ripresa e sono firmate da Zappa e Galano. Il Pordenone resta secondo, ma ora rischia di essere scavalcato dal Crotone, mentre il Pescara torna in zona playoff portandosi all’ottavo posto.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana