Serie B, caos Play-off e Play-out: Palermo e Foggia fanno ricorso

Un nuovo temporale sta per abbattersi sul campionato di Serie B.  In seguito alla sentenza emessa quest’ oggi e alla conseguente retrocessione del Palermo all’ ultimo posto in classifica, La Lega ha deliberato che non saranno disputati i play-out, mentre i play-off si svolgeranno regolarmente con l’ integrazione del Perugia. La compagine siciliana però non ci sta ed è pronta e presentare ricorso insieme al Foggia.

“Il Consiglio direttivo della Lega Nazionale Professionisti Serie B, riunito in data odierna, vista la sentenza pubblicata il 13 maggio 2019 del Tribunale Federale Nazionale, immediatamente esecutiva, relativa all’U.S. Città di Palermo, ha deliberato all’unanimità di procedere con le partite dei playoff con le date già programmate lo scorso 29 aprile”. Questo il comunicato che ha gelato i cuori di tutto il popolo rosanero, ora privato del terzo posto raggiunto soltanto qualche giorno fa.

Ma la nota non è conclusa. La medesima Lega “procede al completamento delle retrocessioni, di cui tre già avvenute sul campo in data 11 maggio 2019 (Foggia, Padova, Carpi) e la quarta (Palermo) decisa dalla Giustizia Sportiva”. In conseguenza di tale delibera, i play-out spariranno completamente garantendo a Salernitana e Venezia la salvezza automatica.

Tuttavia, le decisioni non hanno lasciato impassibili i rosanero, che proseguiranno la propria battaglia in tribunale per non finire nel baratro. Come loro, anche i Satanelli si appelleranno alla legge per chiedere un’ ulteriore riduzione della penalità in classifica. Nel caso in cui verranno accolti entrambi i ricorsi, la classifica muterebbe nuovamente e l’ intera Serie B piomberebbe nella confusione più totale.