Ripresa Serie A: no di club e Lega ad ipotesi algoritmo. Gravina: “Ecco cos’è e come funziona”

Forti dubbi di Lega Calcio e club circa l’adozione dell’algoritmo da parte della FIGC, in caso di stop definitivo e l’impossibilità a svolgere i play-off.

Gabriele Gravina

Estremamente chiara la posizione dei club, relativamente alla possibilità di delineare in caso di uno stop definitivo del campionato, la classifica finale tramite un algoritmo che dovrebbe tener conto di diversi fattori.

Della stessa posizione anche la Lega Calcio, che propende per la necessità di attenersi scrupolosamente alla classifica finale, senza prendere in considerazione fattori esterni.

E’ lo stesso presidente della Figc Gravina, che spiega ai microfoni di Radio24 il sistema che verrebbe adottato: “Non è una media secca ma tiene conto di tanti correttivi quali partite in casa, fuori casa, gare da giocare, gol fatti e subiti. Tutte quelle cose che possono dare un principio di equità a una classifica che deve essere ponderata”.

Aggiungendo inoltre che non si attendeva un tale allarmismo: ”Mi dispiace che la parola algoritmo abbia dato l’idea di stravolgere il merito sportivo” specificando che tale ipotesi verrà presa in particolare considerazione solo in caso di una classifica, che non vedrebbe tutti i club alla pari come numero di partite giocate.

Resta inteso che l’ipotesi di accontentare tutti i club è pura utopia, in quanto ogni società si vedrebbe interessata, a diverso titolo, a scenari che ad oggi non sono prevedibili. La riunione prevista in programma per l’ 8 giugno sarà decisiva per avere uno scenario più chiaro.  

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.