PSG: clamorosa sconfitta a Rennes

Il PSG rimedia la sua prima sconfitta stagionale, clamorosamente già alla 2^ di Ligue 1. 

La banda di Tuchel esce sconfitta dallo stadio “Route de Lorient” contro i padroni di casa del Rennes, che si prendono la rivincita contro i parigini, dopo la sconfitta in Supercoppa di Francia 16 giorni fà e con medesimo risultato di questa gara in descrizione, 2-1.

Uguali anche le modalità, allora la formazione di Julien Stephan era passata in vantaggio e fu rimontata, stavolta accade tutto l’opposto.

Ospiti subito arrembanti con il colpo di testa di Edinson Cavani che colpisce il palo esterno prima di spegnersi a lato.

Per El matador son solo le prove generali del gol che arriva al 36′, un autentico regalo della retroguardia di casa, alla quale è fatale la costruzione del gioco dal basso.

Un terribile svarione difensivo che provoca il vantaggio parigino e il 2° gol in questo campionato per l’attaccante – che aveva aperto le marcature anche alla prima giornata, nel 3-0 casalingo dei suoi sul Nimes.

Vantaggio ospite che dura appena 8 minuti: cross dalla destra di Hamari Traoré per Mbaye Niang, l’altra vecchia conoscenza del calcio italiano spalle alla porta scarica un gran sinistro rasoterra alle spalle di Areola.

1° gol stagionale per l’ex Milan.

L’atteggiamento dei campioni di Francia per il resto della gara è inspiegabilmente passivo e i padroni di casa non possono che approfittarne.

Il gol partita arriva già al 3′ della ripresa, con il lancio lungo dell’angolano Eduardo Camavinga che imbecca a centro area la testa di Romain del Castillo che infila ancora una volta Areola.

1° gol stagionale anche per il francese classe 1996.

Risultato che potrebbe addirittura essere più pesante se il destro al volo di Jeremy Gelin su azione da calcio d’angolo non si stampasse sul palo alla destra di un battutissimo Areola.

Prestazione decisamente insufficiente della banda di Tuchel. 

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato