Premier League 2020-2021, verdetti: capocannoniere, retrocesse, qualificate in Champions, Europa e Conference League

Premier League 2020-21: tutti i verdetti della stagione che ha incoronato il Manchester City campione.

La Premier League 2020-21 ha consacrato ancora una volta il Manchester City. La corazzata di Guardiola ha condotto una corsa solitaria sin dall’inizio del girone di ritorno, quando ha superato i rivali cittadini dello United e non ha dato più adito ad alcun tentativo di rimonta.

Premier che celebra uno degli attaccanti più forti in circolazione: Hanry Kane, con i suoi 23 gol, si laurea capocannoniere per la terza volta in carriera, ma il suo contributo non riesce a spingere il Tottenham oltre le frontiere della Conference League. Andiamo ora a scoprire i verdetti del campionato più bello del mondo, che ha portato tre squadre su quattro a giocarsi le coppe europee.

Premier League: Manchester City campione d’Inghilterra

In attesa di provare a diventare regina d’Europa, il Manchester City si gode la corona d’Inghilterra. Mister Guardiola conferma il suo particolare feeling con il campionato (ha vinto otto Scudetti tra Spagna, Germania ed Inghilterra) e dimostra di aver finalmente completato quel percorso di crescita, iniziato cinque anni fa, che ha portato il City ad essere la squadra più forte del mondo.

I citizens giocano ormai da collettivo vero, in cui spiccano individualità eccellenti: De Bruyne è il cuore pulsante dell’ingranaggio, Cancelo un vero motore sulla fascia, mentre i vari Silva e Gabriel Jesus sono fantasia pura al comando. La squadra di Guardiola è un vero piacere per gli occhi, tanto che per vincere il titolo non ha dovuto nemmeno “sporcarsi” gli scarpini. Le è bastato veder vincere il Leicester sul campo dello United per festeggiare anzitempo lo Scudetto.

Il capocannoniere: Hanry Kane

Il leone ha ruggito tre volte, dimostrando di sapersi esaltare nelle difficoltà. Il Tottenham ha annaspato per tutta la stagione, ha cambiato allenatore, ma Hanry Kane si è sempre fatto trovare pronto. Il prossimo anno la Champions League perde uno degli attaccanti più forti al mondo. Chissà che durante il mercato estivo qualcuno non provi a corteggiarlo per fargli cambiare maglia.

Le qualificate in Europa: impresa Liverpool. Disastro Leicester

Spesso una qualificazione in Champions League può salvare un’annata altrimenti da buttare. Lo ha dimostrato la Juventus ieri sera, con il netto 4-1 sul Bologna. Lo ribadisce ancor di più il Liverpool di Klopp, che il prossimo anno la coppa dalle grandi orecchie ha rischiato di vederle dal divano di casa. A cinque giornate dalla fine i reds erano sesti, tallonati dal Tottenham distante solo un punto. Si sono rifatti con uno score di cinque vittorie su altrettanti incontri e hanno beffato il Leicster, sconfitto dal Chelsea e dagli “Spurs” che l’hanno condannato al quinto posto. Proprio la squadra di Tuchel ha staccato il pass per la Champions, nonostante siano usciti sconfitti dall’Aston Villa nell’ultima partita.

In Europa League, insieme al Leicester, va il West Ham, vera sorpresa di questo campionato, trascinata dal trio delle meraviglie Bowen, Lingard, Fornals. Il Tottenham chiude il lotto delle qualificate in Europa dopo una stagione oltremodo complicata. Saranno gli “Spurs”, infatti, a rappresentare l’Inghilterra nella prossima Conference League.

Retrocessioni: Fulham, West Bromwich e Sheffield United vanno in Premiership

Torna in Premiership, dopo appena un anno, il Fulham di Scott Parker, che non ha mai dato l’impressione di potersi salvare ed è retrocesso con abbondante anticipo, a tre giornate dal termine. Gli fanno buona (si fa per dire) compagnia West Bromwich e Sheffield, che hanno dimostrato di non essere adeguatamente attrezzate per un campionato competitivo come la Premier, e hanno chiuso con la miseria di 49 punti in due.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus