News F1 Arrivabene: “Non possiamo mollare. Abbiamo intrapreso la strada giusta”

News F1 Arrivabene – Dopo il podio di Monza, il team principal di Maranello traccia la rotta per il prossimo futuro. Nonostante una Mercedes irraggiungibile, non è il momento di accantonare il 2016. C’è fiducia per il prossimo anno 

Sul circuito di casa di Monza, la Ferrari è riuscita ad interrompere l’astinenza da podio, che durava dalla gara del Red Bull Ring. E’ stato Sebastian Vettel, a sua volta fuori dalla top-3 nelle ultime cinque uscite prima del GP d’Italia, a piazzare la SF16-H, in una gara che ha visto entrambi i ferraristi partire molto bene, ma che alla fine hanno dovuto inchinarsi allo strapotere Mercedes. Una situazione, questa, che assolutamente non può soddisfare in pieno a Maranello, soprattutto dopo i proclami d’inizio stagione, malamente disattesi a causa di uno sviluppo deficitario della vettura. Nonostante tutto, Maurizio Arrivabene crede non sia ancora arrivato il momento di mollare la presa sul 2016, concentrando le risorse tutte per il 2017. Soprattutto se è in gioco il 2° posto nel Mondiale Costruttori con la Red Bull.

Maurizio Arrivabene, team principal della Scuderia Ferrari (foto da: sports.yahoo.com)
Maurizio Arrivabene, team principal della Scuderia Ferrari (foto da: sports.yahoo.com)

 

Avete visto quanta gente c’era qua fuori a Monza. Quando lavori per la Ferrari non puoi permetterti la resa. Noi abbiamo una responsabilità nei confronti dei nostri tifosi ed è nella natura di questo team non mollare mai” – ha sentenziato il manager bresciano – “Certo, stiamo lavorando sul 2017, ma se ti organizzi a dovere puoi lavorare su entrambe le monoposto, migliorando la qualità del tempo che spendi“. 

Sulla gara monzese, Arrivabene non è di certo soddisfatto in pieno: “Potremo dire di essere soddisfatti solo in caso di vittoria. Quando mi è stato detto che la miglior strategia era quella ad una sosta, mi sono messo a ridere. In quel caso non saremmo arrivati a 5 secondi da Hamilton, ma ne avremmo presi almeno altri 11. Noi dobbiamo attaccare per dare un segnale alla Mercedes, ed è quello che faremo in questo finale di stagione“. 

Il team principal della Ferrari, comunque, guarda con ottimismo al 2017, soprattutto in ragione dello scossone avvenuto subito prima del GP di Germania, con Mattia Binotto chiamato a sostituire James Allison. “Un mese fa abbiamo preso dei provvedimenti ed adesso siamo sulla giusta strada. L’atmosfera è positiva e ci serve solo del tempo, benchè già a Spa si sia visto qualcosa di buono. In Belgio abbiamo perso troppo all’ultima curva, altrimenti ci saremmo potuti togliere delle soddisfazioni“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo