NBA 2019/20, Risultati 11 Dicembre: Walker, Harden e Graham incredibili. I Lakers vincono ancora

Altro giro, altra corsa. Anche per questa notte l’NBA non ci ha privato del suo spettacolo attraverso gli 11 match disputati durante il buio italiano. Cominciamo dalla vittoria in trasferta dei Lakers sui Magic per 87-96. Continua a fare faville la coppia LeBron James-Anthony Davis, ancora una volta i trascinatori dei giallo viola. James ha chiuso in tripla doppia con 25 punti, 11 rimbalzi e 10 assist, mentre Davis si è “limitato” a 16 punti e 12 rimbalzi. La piccola gioia per Orlando invece, è data da un’altra buona prestazione di Aaron Gordon, bravo a chiudere in doppia-doppia con 14 punti e 14 rimbalzi.

NBA
James ha chiuso in tripla doppia con 25 punti, 11 rimbalzi e 10 assist (foto da youtube.com)

La gara fenomenale di Kemba Walker non basta a Boston per conquistare la vittoria. I Pacers hanno la meglio in casa per 122-117. Luci e riflettori sulla guardia dei Celtics, capace di mettere a referto 44 punti. Sempre sponda Boston, da segnalare anche il carreer-high di assist da parte di Jaylen Brown a quota 8. Nonostante Indiana non abbia avuto nessuno in grado di rispondere a Kemba, è comunque stata autrice di una prova corale sopra la media che le ha consegnato il successo. Fondamentali i 29 punti di Brogdon e la doppia-doppia da 15 punti e 14 rimbalzi di Sabonis. 

Se Kemba Walker è stato fenomenale, Harden continua ad essere straordinario. Proprio al di fuori dell’ordinario. I Rockets si impongono sul campo di Cleveland per 110-116 e Harden da solo fa quasi la metà dei punti. La guardia stavolta, ne ha messo a segno 55. Questa è la quarta volta in stagione che realizza 50 o più punti. Nulla da fare quindi per i Cavs, il cui miglior realizzatore è Sexton che si ferma a quota 18.

Nel secondo big match di giornata, i Clippers espugnano l’Air Canada Centre dei Raptors con il risultato di 92-112. L’osservato speciale non poteva che essere Kawhi Leonard, che non ha deluso le attese. Leonard infatti, è stato il migliore dei suoi con 23 punti. Per Toronto invece, ancora Siakam sugli scudi con 24 punti a referto.

NBA
Leonard riceve l’anello per aver trionfato nello scorso campionato con i Raptors. (foto da youtube.com)

Se questa non è stata la notte delle stelle, poco ci è mancato. Gli Hornets colmano un gap di 20 e ribaltano la situazione a Brooklyn, battendo i Nets per 108-113. Dominatore assoluto è stato Graham con la sua miglior prestazione in carriere, grazie ai suoi 40 punti. Una bufera troppo forte da fermare per Brooklyn, a cui non è bastato il solito duo Dinwiddie-Allen, 24 punti per il primo e 21 punti + 10 rimbalzi per il secondo).

Il quinto successo in trasferta di cui vi narriamo in questo resoconto, è quello dei Jazz sul campo dei Timberwolves. Utah infatti è andata ad imporsi per 116-127, garantendo così a Minnesota la sua sesta sconfitta consecutiva. A nulla sono valse la doppia-doppia di Towns (21 punti e 11 rimbalzi) e la prestazione da 26 punti di Wiggins. Quasi da cecchini invece i Jazz, che hanno tirato con una percentuale del 57% dal campo. La palma di migliore dell’incontro va a Donovan Mitchell con i suoi 30 punti.

Successo quanto mai necessario per i Bulls che nella notte hanno superato l’ostacolo Atlanta per 136-102. Ancora importantissima la prestazione di LaVine, che ha chiuso a quota 35 punti. Fondamentale poi, è stato l’apporto giunto dalla panchina, in particolare da Cobie White, 19 punti. Per gli Hawks, da segnalare la doppia-doppia di Trae Young con 15 punti e 13 assist.

“Il futuro dei Grizzlies è più luminoso del sole” così titolano i giornali di Memphis dopo il successo ottenuto contro i Suns per 108-115. Così i tifosi dei Grizzlies si godono le loro stelle: Brooks, Jackson e Ja Morant. Dei tre, il miglior realizzatore questa notte è stato Dillon Brooks con 27 punti. Per Phoenix invece, Kaminsky ne fa 24, ma non bastano.

Bucks vincono contro i Pelicans, ma gioiscono a metà. Il campo dice 127-112, ma negli spogliatoi forse c’è un po’ di preoccupazione per Antetokounmpo. Il giocatore greco infatti, non è sceso in campo per via di un problema al tendine del quadricipite destro e sarà valutato nelle prossime ore. In sua assenza, Bledsoe si prende l’onore di essere il miglior realizzatore con 29 punti. Per i suoi però, perchè il top scorer della gara è stato Redick con 31.

NBA
Un’azione di gioco della gara tra Milwaukee Bucks e New Orleans Pelicans (foto da youtube.com)

Altra vittoria in casa e in rimonta per i Kings, questa volta contro i Thunder per 94-93. Decisivi i 23 punti di Hield, il migliore per Sacramento insieme ad un importante Bogdanovic, 17 punti dalla panchina. Per i Thunder, Gallinari ne mette 14, Nader 15 e Schroder 17, ma non basta.

Infine, il turno si è chiuso con la sfida tra fanalini di coda ovvero, Golden State Warriors-New York Knicks. Ne esce fuori una partita divertente e vinta al supplementare dai Knicks per 122-124. Tra i realizzatori, tripla doppia per Draymond Green con 14 punti, 10 rimbalzi e 12 assist e 32 punti per D’Angelo Russell. I Knicks ringraziano Morris per il suo high score stagionale di 36 punti (e 10 rimbalzi) e le doppie-doppie di Randle e Barrett.

Di seguito i risultati della notte:

ORLANDO MAGIC (11-13) @ LOS ANGELES LAKERS (22-3) 86-97

INDIANA PACERS (16-9) @ BOSTON CELTICS (17-6) 122-117

CLEVELAND CAVALIERS (5-19) @ HOUSTON ROCKETS (16-8) 110-116

TORONTO RAPTORS (16-8) @ LOS ANGELES CLIPPERS (19-7) 92-112

BROOKLYN NETS (13-11) @ CHARLOTTE HORNETS (11-16) 108-113

MINNESOTA TIMBERWOLVES (10-14) @ UTAH JAZZ (14-11) 116-127

CHICAGO BULLS (9-17) @ ATLANTA HAWKS (6-19) 136-102

PHOENIX SUNS (11-13) @ MEMPHIS GRIZZLIES (8-16) 108-115

MILWAUKEE BUCKS (22-3) @ NEW ORLEANS PELICANS (6-19) 127-112

SACRAMENTO KINGS (11-13) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (11-13) 94-93

GOLDEN STATE WARRIORS (5-21) @ NEW YORK KNICKS (5-20) 122-124

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Maria Laura Scifo

Informazioni sull'autore
Vivo letteralmente per lo sport, avendolo praticato fin dalla giovane età e seguendolo tutte le volte che mi è possibile. In particolare mi concentro sul Basket dalla LBA fino alla NBA, passando per i campionati della mia regione. Inoltre seguo con passione anche il calcio e l'atletica.
Tutti i post di Maria Laura Scifo