NBA 2016/17: gli Spurs dominano i Warriors, Cavs travolgenti

E’ cominciata con la più classica delle sorpresone l’edizione 2016/17 della NBA, il campionato “where amazing happens“. L’attesissimo esordio dei “Big 4” di Golden State viene rovinato dai sempreverdi San Antonio Spurs, che saccheggiano letteralmente la Oracle Arena. A Cleveland, i nuovi Knicks del duo Anthony-Rose non guastano la festa dei Cavaliers, con un LeBron James già spaziale. Così come uno spaziale Damian Lillard trascina alla vittoria i Trail Blazers, nell’esordio contro i Jazz.

(foto da: bleacherreport.com)

 

SAN ANTONIO SPURS @ GOLDEN STATE WARRIORS 129-100 

Tutto è pronto alla Oracle Arena per ammirare l’esordio del nuovo Dream Team, con Curry, Thompson, Durant e Green tutti insieme dalla stessa parte. Ma di fronte ci sono i San Antonio Spurs di quel volpone di Gregg Popovich, pronti a vender cara la pelle. E infatti, per i Warriors sarà una serata da incubo, soprattutto nella metà campo difensiva. Kawhi Leonard è imprendibile (35 punti e tanta sostanza anche in difesa), Aldridge fa quel che vuole sotto i tabelloni (26+14 rimbalzi), Simmons l’arma letale dalla panchina (20). Tra le fila degli sconcertati Warriors, a salvarsi sono proprio Durant (27+10 rimbalzi) e Curry (26). Ma la difesa non c’è, la panchina pure e anche il gioco d’attacco latita. Si prospetta un lungo lavoro per Kerr. 

NEW YORK KNICKS @ CLEVELAND CAVALIERS 88-117 

Atmosfera delle grandi occasioni alla Quicken Loans Arena di Cleveland, dov’è in programma, oltre all’esordio dei Campioni in carica, anche la cerimonia di consegna degli anelli, attesa 52 anni dalla città dell’Ohio. Ma i ragazzi di coach Lue non si fanno distrarre. New York regge l’urto di un LeBron James in vena di distruggere il ferro solo per un tempo. Poi è show dei Cavaliers. The Chosen One apre la sua stagione con una fragorosa tripla-doppia (19+14 assist+11 rimbalzi), ben coadiuvato da Irving (29) e da Love (23+12 rimbalzi). Nei Knicks, il migliore è stato il solito Anthony (19). 

UTAH JAZZ @ PORTLAND TRAIL BLAZERS 104-113 

Il match con meno appeal della prima serata NBA va in scena al Moda Center di Portland, dove i Trail Blazers ricevono i Jazz. L’incontro è subito all’insegna dell’equilibrio. Portland prova ad allungare nel secondo quarto, andando al riposo lungo sul +8; la replica di Utah arriva decisa nel periodo successivo, con i ragazzi di Snyder che si presentano all’alba del quarto decisivo sul +6. Gli ultimi 12′, però, vedono gli ospiti crollare sotto i colpi del duo Lillard-McCollum, i quali conducono la franchigia dell’Oregon alla prima W stagionale. Spettacolare Lillard (39+9 rimbalzi+6 assist), sostenuto dal gemello McCollum (25). Nei Jazz, bene il veterano Joe Johnson (29) e Hood (26). 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo