Nations League: Portogallo – Olanda 1-0. Gonçalo Guedes regala la Nations League al Portogallo, Olanda battuta in finale.

Il Portogallo vince la prima edizione della Nations League. Battuta nella finale giocata al Dragao di Oporto l’Olanda per 1-0. Decisivo il gol di Gonçalo Guedes all’ora di gioco. Secondo titolo internazionale per i lusitani dopo l’Europeo del 2016.

Il Portogallo opta 3 cambi rispetto alla vittoriosa gara con la Svizzera e fa a meno di Pepe infortunato e manda in panchina Joao Felix e Ruben Neves. 4-2-3-1 con Rui Patricio in porta, Semedo, Ruben Dias, José Fonte e Raphael Guerreiro in difesa. Centrocampo con Danilo Pereira e William Carvalho. Bernardo Silva, Gonçalo Guedes e Bruno Fernandes dietro a Cristiano Ronaldo.

Confermato in toto invece l’11 olandese che ha battuto l’Inghilterra in semifinale. 4-3-3 con Cillesen tra i pali, difesa con Blind, Van Dijk, de Ligt e Dumfries in difesa. Centrocampo con Winjaldum, de Jong e de Roon a centrocampo. Tridente offensivo Bergwin, Depay e Babel.

Il primo tempo offre una partita non troppo spettacolare ma molto tattica tra due squadre attente e con un’identità precisa. Il primo tiro in porta arriva all 8° minuto con un destro impreciso di Bruno Fernandes. Tre minuti più tardi ancora il giocatore dello Sporting Lisbona ci prova con il sinistro da fuori area, blocca Cillesien. La partita è molto tattica e bloccata, nonostante l’Olanda provi a imporsi col solito fraseggio veloce e dominio del possesso palla, e il Portogallo risponde rimanendo compatto con un folto centrocampo (che si dispone a 5 in fase di copertura) e prova a colpire in contropiede, imbottigliando il gioco olandese con la densità della metà campo.

Al 27° corner per i lusitani, Josè Fonte impatta di testa, Cillesien è attento e para, Bruno Fernandes alla mezzora il più attivo dei suoi, impegna il portiere olandese alla parata con un destro potente da fuori. Tra il 35° e il 37° sempre Bruno Fernandes prova la conclusione, prima con un destro ina rea deviato da Van Dijk in angolo e poi sempre con un tiro di poco alto a incrociare. L’Olanda tiene la palla, ma nella prima frazione è totalmente inoffensiva dalle parti di Rui Patricio, forse soffrendo la mancanza di una vera punta centrale. Al 40° si fa vedere anche Cristiano Ronaldo che supera in dribbling Dumfries e scarica il suo tipico destro che però non sorprende Cilessien. 

Nella ripresa Koeman rileva Babel per Promes e Van de Beek per Bergwin, ma è il Portogallo a spingere maggiormente pur non abbandonando la filosofia della ripartenza. Padroni di casa che non creano troppo, ma prendono progressivamente campo per il vistoso calo fisico dell’Olanda nel secondo tempo, e all’ora di gioco trovano la stoccata decisiva: recupero palla sulla trequarti, Bernardo Silva inventa per Gonçalo Guedes che dal limite dell’area si accentra e carica un notevole destro a giro che si insacca all’angolino e batte Cillessien per l’1-0.

Oranje che si fanno vedere nel secondo tempo solo con un colpo di testa pericoloso di Depay neutralizzato da Rui Patricio e al 78° con una buona azione corale che porta de Roon al destro da fuori ma alto.

Negli ultimi dieci minuti il Portogallo si limita a controllare con gli ingressi di Joao Moutinho e Ruben Neves, Koeman prova la mossa di Luuk de Jong, ma i tentativi di lnaci lunghi finali non sortiscono l’effetto sperato. Il Portogallo vince 1-0 e può festeggiare tra le mura amiche la vittoria della prima edizione della Nations League.

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco