Nations League: Olanda – Inghilterra 3-1. de Ligt e Promes stendono gli inglesi. Olanda in finale col Portogallo.

L’Olanda vince 3-1 contro l‘Inghilterra nella seconda semifinale della Final Four di Nations League e approda alla finale del torneo dove affronterà il Portogallo. Vantaggio su rigore di Rashford, Oranje che nella ripresa pareggiano con de Ligt. Nei supplementari decisiva la doppietta di Promes.

L’Olanda si schiera col 4-3-3 con Cliessen in porta, difesa con Dumfries, de Ligt, Van Dijk e Blind. Centrocampo con de Roon, de Jong e Winjaldum, Tridente d’attacco Bergwin, Depay e Babel.

Formazione inedita per l’Inghilterra con Southgate che lascia in panchina molti giocatori finalisti di Champions come Kane, Alli, Dier, Alexander Arnold, Henderson e Rose assieme a Lingard e schiera un 4-3-3 con Pickford tra i pali, difesa con Chilwell, Maguire, Stones e Walker, Centrocampo con Delph, Rice e Barkley, Tridente offensivo con Sterling, Rashford e Sancho.

La prima chance è inglese e capita al 3° minuto da corner con Maguire che però col destro alza sopra la traversa, ma è l’Olanda a partire meglio e più aggressiva tentando di fare la partita. Al 7° Bergwin rientra bene sulla destra e calcia di sinistro, Pickford blocca senza problemi. Oranje che mantengono il possesso palla contro un’Inghilterra molto guardinga ma poco propositiva, al 20° destro di Depay a giro, blocca ancora Pickford.

Ma al 29° l’Inghilterra ha la zampata vincente che sblocca il match alla prima occasione: errore difensivo in disimpegno di De Ligt che perde il pallone, Rashford gli ruba il pallone e viene steso in area dal difensore dell’Ajax che concede il rigore agli inglesi: dagli 11 metri va Rashford che col destro spiazza Cliessen e firma l’1-0. L’Olanda prova a rispondere subito con Babel che calcia di destro ma non impensierisce Pickford. Le ultime occasioni del primo tempo capitano a Delph con un tiro centrale e un colpo di testa di de Ligt da corner di poco fuori.

Nella ripresa l’Inghilterra entrano Kane e Lingard e approccia meglio la gara e sfiora il raddoppio al 53° con un colpo di testa ravvicinato di Sancho che Cliessen para. Al 54° Depay ruba balla a Walker sulla trequarti, calcia di destro da fuori area ma trova la risposta di Pickford. Minuto 65 tentativo anche per Winjaldum da fuori ancora parato.

Koeman inserisce Van de Beek e Promes e al 72° l’Olanda trova il meritato pareggio: corner battuto perfettamente di Depay, stacco imperioso di de Ligt che sovrasta Stones e schiaccia in porta l’1-1. Al 77° Van de beek all’opportunità del vantaggio ma il suo sinistro al volo in area è di poco alto. Pochi minuti dopo, bellissima azione corale dell’Inghilterra, Lingard fa un perfetto inserimento verso l’area e riceve centralmente trafiggendo Cliessen col destro e segnando il 2-1.

Dopo consulto VAR la rete è però annullata per fuorigioco. Nell’azione successiva Olanda che reclama un rigore per un eventuale fallo di mano in area, penalty però non concesso. Gli ultimi sussulti dei regolamentari sono di Depay che da posizione ghiottissima sbaglia tutto al 94° e un destro a giro pericoloso di Sterling al 96°, Si va ai supplementari. 

Al 95° calcio piazzato di Depay che viene bloccato da Pickford, ma al 98° l’Olanda trova il gol del sorpasso: disastro totale di Stones che si fa soffiare la palla da Depay, l’olandese si invola verso l’area ma trova la parata decisiva di Pickford, sulla respinta però è velocissimo Promes a ribattere in rete il 2-1. Pochi minuti dopo Depay potrebbe chiudere il match con un colpo di testa ravvicinato ma Pickford respinge da pochi passi.

Nel secondo supplementare l’Inghilterra ci prova ma le forze vengono meno e l’Olanda aspetta solo di colpire in ripartenza. Eventualità che avviene al 114°: altro disastro difensivo inglese con Barkley che da una sanguinosa palla dietro a Pickford che Depay intercetta, supera il portiere e mette in mezzo per Promes che ha il più facile dei tap-in per il 3-1 e la doppietta personale. Olanda che approda alla finale di domenica contro il Portogallo, Inghilterra che si dovrà accontentare della sfida 3°/4° posto contro la Svizzera.

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco