MotoGP Malesia 2017, Rossi: “Problemi sul bagnato apparentemente senza soluzione”

C’erano molte speranze in casa Yamaha per questo Gran Premio di Malesia. In particolare dopo il buon risultato di ieri in qualifica, con Valentino Rossi e Maverick Vinales competitivi sull’asciutto e scattanti dalla seconda fila. E invece, a guastare i piani del team di Iwata è arrivata la temutissima pioggia. Come prevedibile, la M1 è tornata ad essere inguidabile o quasi, con i piloti ufficiali Yamaha costretti a remare, senza grip al posteriore come al solito. Così, Rossi ha chiuso 7° e Vinales 9°, beccando da Dovizioso rispettivamente 30 e 38 secondi di distacco.

Ancora una volta, sul bagnato la Yamaha soffre tantissimo: Valentino Rossi (in foto) chiude 7°, Maverick Vinales 9° (foto da: motogp.com)

Sconfortato il commento di Valentino Rossi: “E’ inutile, quest’anno non riusciamo mai a fare due gare positive di fila. C’era bisogno di fare bene, ma sul bagnato non ci siamo proprio. Un peccato, perchè sull’asciutto eravamo molto competitivi, potendo tranquillamente puntare al podio. Rispetto a venerdì, abbiamo provato a cambiare completamente la moto, ma i problemi sono rimasti sempre gli stessi. E’ stata veramente una gara difficile, perché non abbiamo grip dietro quindi non possiamo aprire mai il gas. Hai la sensazione che appena provi a fare qualcosa in più cadi. Quindi ho cercato di rimanere concentrato e di portare a casa dei punti“.

Penso che il potenziale della moto non è male, ma non riesce a far funzionare queste gomme. Sull’asciutto per me abbiamo capito delle cose importanti, anche se nel complesso è stata una stagione molto difficile. Siamo molto in ritardo rispetto ai nostri avversari” – prosegue Valentino – “Non sappiamo quale possa essere la soluzione. Zarco ha fatto una bellissima gara, salendo sul podio con la moto del 2016, che sul bagnato funziona bene. L’anno scorso, con quella moto, lottai con il Dovi e chiusi secondo. Capisco quindi se Zarco dice che spera che non gli diano la M1 2017 l’anno prossimo. Anzi, gli consiglio di continuare con quella che ha adesso“.

Non potevano mancare i complimenti a Franco Morbidelli, neo campione della Moto2: “Sono contentissimo per Franco. Se lo merita perché quest’anno ha guidato ad un livello superiore rispetto agli altri. Ha vinto otto gare, fa. E’ un bravissimo ragazzo, quindi è un grande piacere lavorare con lui e sarà bello trovarlo in MotoGP il prossimo anno“.

Questa è tutta la delusione di Maverick Vinales: “Di tutte le gare di questa seconda metà di stagione, questa a Sepang era quella nella quale mi sentivo più a mio agio. Questa pioggia non ci voleva” – spiega Vinales – “E’ cominciato a piovere poco prima dello start, ma ero convinto di potermela giocare lo stesso. E invece è stata una sofferenza. Sull’asciutto sentivo praticamente il feeling di inizio stagione, riuscendo a frenare come voglio io. Peccato, speriamo possa andar meglio a Valencia“.

Una M1 ufficiale a Zarco il prossimo anno? Potrebbe essere una soluzione” – aggiunge lo spagnolo – “Tre moto anziché due sono meglio, credo sarebbe una situazione positiva. Avremmo più informazioni a disposizione. Il gioco di squadra Lorenzo-Dovizioso? Ha fatto quello che doveva fare dato che Andrea è in lotta per il campionato. Anche se potrebbe non aver avuto piacere nel farlo“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo