MotoGP, GP Spielberg 2019: le dichiarazioni di Dovizioso e Petrucci

La Ducati si presenta sulla pista “talismano” del Red Bull Ring alla ricerca di una vittoria che manca dal trionfo di Danilo Petrucci al Mugello. I 25 punti sono l’obiettivo dichiarato anche per Andrea Dovizioso che qui ha già ottenuto un primo e due secondi posti negli ultimi tre anni. Per il Dovi il ritorno alla vittoria significherebbe rosicchiare qualche punto a Marquez e interrompere un digiuno di gradino più alto del podio che dura dalla gara del Qatar:

Usciamo da Brno con un bilancio positivo. Abbiamo fatto una buona gara, mettendo in pista un’ottima velocità ma non è stato sufficiente per rimanere con Marquez sino alla bandiera a scacchi. Il lunedì, poi, siamo stati impegnati in un’importante giornata di test, risultata utile per provare il nuovo materiale che la Ducati ha portato. E’ stato soprattutto un lavoro di raffronto tra soluzioni attuali e novità. Red Bull Ring? Vogliamo allungare la striscia di vittorie Ducati ma dovremo fare i conti ancora una volta con Marc. Sta guidando fortissimo e già l’anno scorso, qui, mi è arrivato davanti, per cui sarà un rivale pericoloso anche su un tracciato tradizionalmente favorevole a noi”. Il forlivese si sofferma poi sul suo rendimento: “L’anno scorso e nel 2017, a questo punto del campionato, avevamo meno punti di quanti ne abbiamo quest’anno e nonostante ciò siamo a -63. Questo la dice lunga sul ritmo tenuto da Marquez. Ritorno di Lorenzo in Ducati? Non sono la persona più informata sui fatti, ma come dice Marc, credo che Jorge abbia l’obiettivo di vincere con Honda“. 

Andrea Dovizioso  (foto da: motogp.com)

Operazione riscatto anche per Danilo Petrucci, dopo l’opaco ottavo posto rimediato Brno, nonchè peggior risultato ottenuto in gara da quando ha ricevuto i gradi di ufficiale Ducati:

Questa pista è una sorta di feudo Ducati. Io e Dovi ne siamo consapevoli e daremo il 100% per disputare una grande gara al cospetto di Marquez che sta disputando la miglior stagione della sua carriera. In tutta sincerità non penso di essere tra i favoriti ma darò il massimo per essere tra i protagonisti. Già domani potremo iniziare a capire le condizioni del tracciato e il comportamento delle gomme. Le voci su un ritorno di Lorenzo in Ducati? Non mi disturbano. Ho sistemato la mia situazione contrattuale e sarò un pilota ufficiale anche l’anno prossimo. Rimango concentrato sul mio lavoro“.

Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso, francobollati uno vicino all’altro durante la gara di oggi al Sachsenring (foto da: motogp.com)