MotoGP Giappone 2019, le parole di Rossi, Vinales e Quartararo dopo le libere del venerdì

I piloti Yamaha sono stati i grandi protagonisti del venerdì di Motegi, sede del Gran Premio del Giappone, quartultima prova del Motomondiale 2019. Sul circuito di proprietà della Honda, a dispetto delle previsioni della vigilia, secondo le quali le M1 avrebbero dovuto patire alquanto il Twin Ring, le classifiche hanno detto tutt’altro, sin dal mattino. In PL1, infatti, Maverick Vinales ha preceduto le due Petronas di Fabio Quartararo e di Franco Morbidelli, con il solo Valentino Rossi più indietro (12°), anche se senza montare gomma nuova. L’andazzo si è confermato al pomeriggio, con Quartararo velocissimo (unico sotto l’1:45), seguito a 3 decimi da Vinales, con Rossi e Morbidelli rispettivamente 5° e 6°.

Fabio Quartararo è stato il più veloce nelle prime libere del Gran Premio del Giappone 2019 (foto da: motogp.com)

Cominciamo il giro di dichiarazioni post libere proprio da Fabio Quartararo: “Sinceramente, la Yamaha è una moto competitiva e non capisco perché non dovremmo andar forte su questa pista. Se cominciamo a pensare a queste cose negative perdiamo in fiducia; devo pensare di poter vincere o almeno di potermi giocare il podio. Oggi siamo andati molto bene, ma anche i nostri avversari, Honda e Ducati, lo hanno fatto e sono lì con noi. A me questa pista piace molto, ma l’esito della gara dipenderà molto dalle Qualifiche. Il mio passo è molto buono, al livello per restare con i migliori“.

E’ il turno di Maverick Vinales: “Sono soddisfatto, anche perché abbiamo provato molte cose ed abbiamo girato molto, sfruttando a fondo sia la gomma morbida che la dura e le sensazioni non sono male” – spiega lo spagnolo – “Stiamo lavorando molto bene, anche se si può sempre migliorare; l’obiettivo domani, in Qualifica, è la prima fila, o almeno la seconda. Il fatto di aver provato dopo la Moto2 è importante, dato che saranno le stesse condizioni che avremo domenica“.

Negli ultimi weekend sono riuscito a guidare molto bene e qui a Motegi, per ora, è stato importante esser stato costantemente nei primi tre” – aggiunge ancora il pilota ufficiale Yamaha – “Devo evitare che si ripeta quanto accaduto in Thailandia, dove ci ho messo sei giri a capire che la moto non andava come nelle prove e a cambiare il modo di guidare la moto. La M1, con il grip, è fantastica, mentre in gara è ovvio che facciamo un pò più fatica“.

Chiudiamo con Valentino Rossi: “Oggi ho avuto buone sensazioni in sella; anche a vedermi in pista ero piuttosto veloce, ma come sempre bisogna riparlarne domenica sera. Venerdì è così, poi magari cambia tutto. Nelle ultime uscite con il posteriore ho sofferto tantissimo, molto più degli altri piloti Yamaha; avremmo bisogno di tempo per provare alcune cose, soprattutto allo scarico e con il forcellone, ma non ne abbiamo e nel weekend devi spingere subito ed andar forte“.

Il Dottore parla poi della frenata, dato che oggi ha provato a ‘pinzare’ con due sole dita: “Le moto al giorno d’oggi sono cambiate sia per il freno motore che per il grip della gomma davanti e bisogna cercare di mettere la moto meno sotto stress; in teoria, bisogna frenare di meno per fermarla di più. Era da un po’ che ci volevo provare, ma il problema è sempre che nelle giornate di gara non si fa in tempo a fare quasi niente. In definitiva è un po’ come quando un giocatore di basket prova a cambiare il suo tiro da 3 dopo 25 anni; non è per nulla facile. Negli ultimi anni, l’uso del freno posteriore è diventato molto importante e i piloti più giovani lo usano molto bene. Una volta magari lo usavi solo se arrivavi un pò lungo in staccata, mentre ora lo si usa più spesso“.

 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo