MotoGP 2020, Rossi: “Quando farò qualche gara deciderò se continuare”

Durante un’intervista a Sky Sport, Valentino Rossi ha risposto alle domande dei suoi tifosi,  ma non ha sciolto le riserve sul suo futuro.

Uno dei temi dell’inizio della stagione 2020 era se Valentino Rossi avrebbe deciso di continuare a correre anche nel 2021, o si sarebbe ritirato. Il nove volte campione del mondo, nonostante le pressioni della Yamaha quest’inverno durante le trattative con Vinales e Quartararo, ha deciso di prendere tempo.

Valentino Rossi, prima del via a Phillip Island. Il Dottore ha concluso la sua 400.esima gara all’8° posto (foto da: motogp.com)

Lo slittamento dell’avvio del mondiale, a causa del Covid-19, non cambia i programmi del Dottore, determinato a misurarsi in pista con i rivali prima di decidere. “Se hanno rinviato gli europei di calcio, vuol dire che è difficile fino a Luglio fare delle gare di Moto o di sport all’aperto“, ha spiegato Valentino.

Speravo di poter decidere se continuare dopo la prima parte di stagione, ma ora slitta tutto. Mi piacerebbe fare un paio di gare, per capire se sono competitivo”.

Tanti altri gli argomenti toccati da Rossi, dalla prima volta in sella ad una 500 con la Honda a Jerez, e di come si aspettava un’accoglienza diversa dalla Hrc, invece si ritrovò ai box con soli due meccanici.

Altro episodio ricordato dal pilota della Yamaha é il passaggio dalle quattro tempi alla MotoGP nel 2002, ammettendo di essersi sbagliato sulle potenzialità di quelle moto, in quanto era convinto che non si potessero fare gli stessi tempi dell’anno prima.

L’ideatore della VR46 Academy ha parlato dei consigli che dà al fratello Luca Marini, sul cui talento crede ciecamente, del sogno di sfidare uno dei suoi miti, Kevin Schwantz, e del progetto di un museo prendendo spunto da quello Ferrari.

Sulla riorganizzazione del calendario 2020, vista la situazione del Coronavirus nel mondo, Rossi non pensa che ci sia bisogno per forza di disputare 18 o 20 Gran Premi quest’anno.

D’accordo invece sull’idea di una gara 1 e 2 stile Superbike. “L’importante è fare quante più gare possibili. Una doppia gara potrebbe essere un idea“, ha concluso il nativo di Tavullia. 

 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Massimiliano Amato

Informazioni sull'autore
Appassionato di Moto GP e Formula 1.
Tutti i post di Massimiliano Amato