Mondiali 2018, niente ripescaggio per l’Italia: il Perù andrà in Russia

La speranza è l’ultima a morire, però muore. L’Italia non parteciperà ai mondiali perché la federazione peruviana ha deciso di ritirare il progetto di legge che avrebbe portato il Perù a rischiare di giocarsi la qualificazione mondiale. «Con grande sforzo abbiamo conquistato il diritto a partecipare al Mondiale» ha dichiarato la parlamentare peruviana Paloma Noceda «e per la tranquillità di tutti abbiamo deciso di ritirare il progetto».

Il disegno di legge mirava a subordinare la federazione peruviana all’Istituto dello Sport, massimo ente statale in ambito sportivo, e andava in direzione opposta rispetto alla politica repressiva della Fifa che punta a eliminare dal calcio le ingerenze della politica. La partecipazione ai Mondiali quindi non è in discussione e i tifosi peruviani, dopo un’attesa lunga 36 anni, potranno vedere la propria nazione rappresentata nella massima competizione mondiale.

Fonte immagine: Repubblica.it

Grande rammarico fra i più speranzosi tifosi italiani, che speravano in un clamoroso ripescaggio che avrebbe avuto del miracoloso: dopo 60 anni di onorata carriera e quattro titoli mondiali vinti, l’Italia non parteciperà ai mondiali e si dovrà godere lo spettacolo dal divano mentre squadre come Perù, Arabia Saudita e Marocco sono riuscite a qualificarsi. Un triste finale per una nazione che vive di calcio e che non vivrà notti magiche…

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus