Milan, quarto posto quasi impossibile: vincere l’Europa League per qualificarsi in Champions League

Un nuovo miracolo italiano. No, non stiamo parlando di una nuova discesa in campo di Silvio Berlusconi ma della possibilità che il Milan porti a casa un trofeo quest’anno. È vero che siamo ancora agli inizi e che la strada è lunga, ma se i presupposti sono questi ci sono buone possibilità che la stagione del riscatto possa tramutarsi in un flop totale.

Andiamo per ordine e analizziamo la condizione psicofisica di questa squadra a partire dai nuovi acquisti. Bonucci è il fantasma di se stesso e sembra il lontano parente del leone visto alla Juventus, Musacchio e Rodriguez alternano giocate da urlo a sciocchezze incomprensibili, Biglia e Kessie fanno rimpiangere Montolivo e Flamini, Cahlanoglu deve entrare nei meccanismi del calcio italiano e Kalinic viaggia a corrente alternata. Andrè Silva non si può giudicare perché Montella ha deciso di relegarlo in panchina come un Darko Pancev qualsiasi.

Fonte immagine: Gazzamercato.it

Il bicchiere, come si può notare, è mezzo vuoto e a colmarlo ci sta pensando la vecchia guardia: Suso è il migliore del Milan e se accende la luce, la squadra lo segue come il Messia, Bonaventura è un simbolo di tenacia e grinta e si vede lontano un miglio che è attaccato ai colori rossoneri, Locatelli si fa trovare pronto all’occorrenza e a discapito dell’età giovanissimo offre sempre prestazioni dignitose.

Calcolando che il percorso che porta ai primi 4 posti è irto di ostacoli, al Milan non rimane che vincere l’Europa League per avere la possibilità di disputare la Champions. Al momento, sembra un’impresa pure questa…

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus