Lione e Besiktas, punizione esemplare: un anno di squalifica dalle coppe europee

La notizia che nessun tifoso di Lione e Besiktas voleva leggere è arrivata oggi come una doccia gelata. La Uefa ha infatti deciso di squalificare per un anno dalle coppe europee (oltre a due anni di condizionale) le due compagini dopo gli scontri del Parc Olympique Lyonnais, in occasione della gara di andata dei quarti di finale di Europa League. Gli ultras di francesi e turchi sono entrati in contatto creando forti disagi anche all’interno della struttura. La notizia ha fatto il giro del mondo che è stata controbilanciata con una punizione esemplare, che sarà attuata indipendentemente dalla competizione a cui si qualificheranno entrambe a fine stagione.

Ciò che può lasciare perplessi è la tempistica con cui questa decisione è arrivata, cioè a poche ore dalla sfida di ritorno, stavolta in casa dei bianconeri, chiamati a ribaltare il 2-1 patito in terra transalpina. Potrebbe infatti essere una “miccia” pericolosissima che renderebbe ancor più ingestibile la situazione. Al momento, però, non si segnalano particolari disordini.

Sette feriti e dodici arresti è il bilancio lasciato in eredità dopo il match di sette giorni fa, la speranza è che stasera al termine dell’incontro non si ripetano le censurabili scene a cui abbiamo assistito troppe volte negli ultimi anni. A Lione la scintilla era scoccata con il lancio di petardi da parte di alcuni tifosi turchi su quelli avversari, seguito dall’invasione di campo del pubblico e il ritardo di 45 minuti del fischio d’inizio rispetto al consueto orario delle 21:05.