Lazio-Inter 3-1, dichiarazioni post-partita Simone Inzaghi: “A prescindere dall’entità del secondo gol subito, gare così vanno almeno pareggiate”

Termina 3-1 per la Lazio la sfida contro l’Inter valida per l’ottava giornata del campionato di Serie A. Ai nerazzurri non basta il vantaggio firmato da Ivan Perisic. Immobile, Felipe Anderson e Milinkovic Savic siglano la rimonta.

Sulla partita: “Abbiamo gestito male l’ultimo passaggio. Peccato perché la partita non era poi stata giocata male, anzi, la ritengo la migliore delle nostre ultime, contro una squadra dall’alta qualità. Nell’intervallo ci eravamo ripromessi di chiuderla, siamo stati ingenui”.

Simone Inzaghi, 45 anni, allenatore dell’Inter. Fonte foto: Facebook, profilo ufficiale Inter

Persa la testa: “Aver subito un secondo gol strano ha fatto sì che perdessimo i sensi, questa cosa non deve più succedere. Ci sta che l’arbitro non fischi quando vede l’uomo a terra, anche se mi sarei aspettato un gesto di sportività in più dai calciatori avversari, come fatto da noi in precedenza, ma di certo non mi voglio focalizzare su questa sfaccettatura. Minimo il pareggio andava portato a casa”.

Emozioni: “Tornare all’Olimpico e avere quel tributo è stata per me una grande emozione. Ringrazio i tifosi, mi hanno regalato 5 minuti che non dimenticherò mai nella vita. Finito quel momento ho poi fatto il professionista, come sempre fatto nella mia carriera”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi