Juventus-Ajax, Allegri: “Dobbiamo giocare per vincere, l’andata non conta. Mandzukic non ci sarà”

Il tecnico bianconero ha presentato il match di domani contro gli olandesi.

Domani sera in un Allianz Stadium che si preannuncia tutto esaurito, la Juventus affronterà l’Ajax nella sfida valevole per il ritorno dei quarti di finale di Champions LeagueI bianconeri sono favoriti per il passaggio del turno dopo l’1-1 dell’andata, ma contro i Lancieri non sarà affatto semplice e lo hanno già dimostrato all’andata. Per accedere alle semifinali, la Juventus dovrà giocare una partita di alto livello, senza cullarsi sul risultato ottenuto ad Amsterdam, altrimenti rischierebbe di farsi molto male.

Ne è convinto anche Massimiliano Allegri che stasera ha presentato la partita di domani in conferenza stampa assieme ad Emre Can, uno dei recuperi più importanti per la partita di domani. Per superare l’Ajax, il tecnico ha affermato in sala stampa come la squadra debba giocare con la voglia di portare a casa il risultato senza fare calcoli, rispettando l’avversario. I Lancieri hanno già fatto un brutto scherzo al Real Madrid e domani vogliono tentare una nuova impresa, servirà una Juve attenta e che faccia una partita seria, con l’andata che deve valere zero: L’andata non conta, dobbiamo giocare per vincere. Dobbiamo avere rispetto dell’Ajax quando dovremo difendere e essere più lucidi nel giocare il pallone, cosa che laggiù abbiamo fatto meno bene. Se facciamo queste cose bene passeremo il turno, nonostante le difficoltà. Inutile stare a pensare, loro giocano, domani sarà una partita infinita” ha dichiarato Allegri che ha poi chiamato a raccolta il pubblico, invitandolo a farsi sentire per tutta la partita.

Oltre a Chiellini, non sarà della partita Mario Mandzukic che nell’ultimo allenamento ha accusato un dolore al ginocchio, con il croato che dovrà dare forfait. Al suo posto, Allegri ha annunciato che potrebbero giocare Kean Dybala, ma ancora non ha deciso chi è il favorito per occupare la posizione dell’ariete con la maglia numero diciassette. Da questa scelta, poi, dipenderanno De Sciglio Cancelo, con uno dei due che starà fuori mentre nel caso in cui né Dybala né Kean dovessero scendere in campo, Allegri ha affermato che giocheranno entrambi. Ci sarà eccome Cristiano Ronaldo che a detta di Allegri non sarà lui il capitano se sarà assente Dybala, con Bonucci che erediterà la fascia, mentre partirà dalla panchina Douglas Costas: “Cristiano ha una qualità straordinaria, che in certi momenti della partita diventa un altro giocatore. Per quanto riguarda il capitano, se Dybala gioca sarà Dybala, altrimenti credo Bonucci. Ora le gerarchie dei capitani non le ricordo bene. Douglas Costa titolare? No, dopo Amsterdam ha avuto un problema al polpaccio e non è nelle migliori condizioni. Speriamo che nella rifinitura mi dia garanzie per averlo mezz’ora. Perché anche mezz’ora o un quarto d’ora diventa determinante”.

Dopo la bella prova contro l’Atletico Madrid si pensava che Spinazzola potesse partire titolare anche domani sera, ma Allegri ha fugato tutti i dubbi, annunciando che il titolare sarà Alex Sandro: “Domani gioca Alex Sandro. Spinazzola ah fatto un’ottima partita contro l’Atletico e il dispendio di energie fisiche e mentali ha avuto un rimbalzo così alto che l’ha scaricato. Ma non è solo lui, anche lo stesso Rugani dopo Amsterdam l’abbiamo dovuto far riposare. Bisogna abituarsi a giocare queste partite, che poi ti restano nelle gambe e nella testa, quindi ci vuole un percorso per arrivare a poterle giocare tutte”. Nell’Ajax, invece, potrebbe non giocare De Jong, con Allegri che ha le idee chiare anche su questo: “Lui è un grande giocatore e se gioca dovremo sicuramente dargli più pressione. Noi domani dobbiamo passare il turno, con o senza De Jong. Con tutto il rispetto”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei