Italia – Irlanda del Nord 2-0, voti e pagelle: Berardi il migliore, delude Verratti

L’Italia vince 2-0 contro l’Irlanda del Nord e guadagna i primi 3 punti nel gruppo C validi per la qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022. Al Tardini di Parma gli Azzurri chiudono la partita già nel primo tempo con i gol di Berardi e Immobile.

Parte bene il percorso di qualificazione dell‘Italia ai prossimi Mondiali. 2-0 all’Irlanda del Nord nella prima partita valida per il gruppo C. Gli uomini di Roberto Mancini lavorano soprattutto nel primo tempo dove trovano il doppio vantaggio che vale la partita grazie a Berardi (su bell’assist filtrante di Florenzi) e su Immobile, abile a chiudere una ripartenza condotta da Insigne.

Azzurri non troppo brillanti e che hanno faticato a mostrare i loro punti di forza. Il ritmo gara è rimasto molto lento, i movimenti poco fluidi e il classico possesso palla azzurro è risultato più volte sterile, se non nell’occasione delle due reti partita.

Un Irlanda del Nord compatta ma tecnicamente inferiore ha poco impensierito gli Azzurri e subito nella prima frazione, dove la prestazione della Nazionale è stata discreta anche se limitata da un atteggiamento e da un ritmo colpevolmente blando.

La ripresa ha davvero regalato poco per la cronaca, con gli Azzurri che si sono limitati alla gestione e ad “addormentare” la partita, rallentando ancora di più le operazioni di gioco rispetto al primo tempo. Bene il risultato e i 3 punti, ma servirà alzare il livello e la voglia per i prossimi impegni.

VOTI E PAGELLE ITALIA – IRLANDA DEL NORD

Donnarumma, 6: nel primo tempo è inoperoso e fa ordinaria amministrazione. Attento nella ripresa sui due tiri in pota degli avversari.

Florenzi, 7: schierato da terzino destro, la sua prestazione è ottima soprattutto nel primo tempo dove è ordinato in difesa, spinge con intelligenza e ha il merito di trovare il bell’assist per Berardi che vale l’1-0.

Bonucci, 6: i due attaccanti centrali dell’Irlanda del Nord fanno davvero poco sia in fase di propositiva che di pressing in non possesso. Il centrale bianconero ha tutta la libertà di iniziare l’azione senza disturbo.

Chiellini, 6: rispetto al collega fa più lavoro sporco facendo qualche sportellata con l’attaccante Maggenis, ma nel primo tempo non entrano mai in area e i pericoli sono 0. Ripresa anche più tranquilla.

Emerson Palmieri, 5.5: Spinge molto meno rispetto a Florenzi e fatica ad associarsi con Verratti ed Insigne dalla sua parte. In difesa non rischia nulla ma pecca di timidezza in fase d’attacco. Esce al 75° per Spinazzola.

Pellegrini, 6.5: preferito al posto di Barella, il centrocampista della Roma fa un buon lavoro di quantità e qualità. Copre bene e cerca di rifinire i palloni in mediana. Nulla di eccezionale ma prestazione solida. Esce al 64° proprio per il centrocampista dell’Inter.

Locatelli, 6: scelto titolare al posto dell’indisponibile Jorginho, il centrocampista del Sassuolo non compie errori e poco impegnato da un Irlanda del Nord che mai lo pressa ma contribuisce a ritmi troppo bassi e la circolazione della palla ne risente. Partita conservativa e poche sbavature ma anche poco coraggio. Esce al 84° per Pessina.

Verratti, 5.5: prestazione simile a quella di Locatelli se non che la classe del giocatore del PSG è superiore e quindi delude di più. Manca nell’associarsi soprattutto con Insigne e il suo possesso palla non è veloce e manca nelle invenzioni. Si limita a cose troppo semplici già nel primo tempo. Resta in campo 90 minuti anche nella soporifera ripresa.

Berardi, 7: uno dei più attivi in attacco si trova bene come ala destra. Dribbla e fa movimenti ad accentrarsi e creare scompiglio ed è uno dei pochi che ha un atteggiamento giusto per la partita. Trova il gol su assist di Florenzi con un bel mancino in area. Esce al 75° per Chiesa.

Immobile, 6.5: Nel primo tempo spreca due occasioni ghiotte mancando o colpendo male il pallone ma si riscatta trovando il 2-0 che chiude il match dopo una ripartenza orchestrata da Insigne. É il solito dibattito: in Nazionale pare rendere meno che col club e sembra sempre un po’ avulso dagli altri come tipo di gioco. Mancini gli concede tutta la partita.

Insigne, 6.5: Buona partita del leader tecnico della Nazionale. Non sfrutta appieno l’associazione con Verratti e avverte l’assenza di un altro tecnico come Jorginho, ma il suo dare pochi riferimenti alla difesa nord irlandese è un merito. Non crea tanto per occasioni personali ma è cinico quando ha spazio. Ripartenza centrale e palla ottima per il 2-0 di Immobile. Nella ripesa cala come tutta l’Italia che si limita a gestire e controllare. Esce al 84° per Grifo.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco