Inter – Torino 3-1, voti e pagelle: Young e Sanchez i migliori, nel Toro presenti solo Ansaldi e Belotti

L’Inter batte in rimonta il Torino per 3-1 a San Siro nel posticipo della 32° giornata di campionato e sale al 2° posto in classifica a quota 68 punti. Pessimo primo tempo dei nerazzurri che vanno sotto per un gol di Belotti (viziato da un errore di Handanovic). Nella ripresa Young, Godin e Lautaro riaggiustano la partita e permettono all’Inter di prendere i 3 punti. Toro a +5 dalla zona retrocessione.

Dopo un solo punto conquistato in due partite tra Bologna ed Hellas Verona, la vittoria dell’Inter contro il Torino arriva come una tregua attesa, dopo le tensioni e le delusioni dei turni precedenti che hanno tolto il sogno titolo ai nerazzurri. Non si sono risolti in una sera e per una partita i problemi di una squadra che è più in fase calante che altro, ma anche grazie ai passi falsi della altre l’Inter ritorna 2° a pari punti con la Lazio a quota 68. Di contro un brutto Torino, capace sì di andare avanti a Milano ma nel complesso autore di una prestazione inusufficiente. I Granata restano a 34 punti, a +5 dalla zona retrocessione.

Dalla partita di ieri sera probabilmente l’Inter deve vedere il lato positivo di 3 punti importanti, dopo averne persi 5 nelle ultime due partite. Ma come è accaduto spesso, il risultato (questa volta positivo) non è concordato con una prestazione convincente. I primi 45 minuti nerazzurri infatti sono stati l’ennesimo manifesto di una squadra tecnicamente molto scarsa, mentalmente fragile e fisicamente non al meglio da parecchio tempo. Bisogna ancora rimarcare poi, un’altra delusione nell’integralismo del modulo usato e una mediocre prevedibilità nello schema di gioco dell’Inter. Una squadra brutta, tanto è che al 17° Handanovic fa un bel paperone e Belotti ne approfitta. 0-1 all’intervallo

Nella ripresa l’Inter la riaggiusta va detto anche grazie a un Torino che è davvero poca cosa soprattutto in zona offensiva (degna di nota una traversa di Belotti al 63° poi basta), ma almeno appunto riprende una vittoria che se era altro, andava ad acuire una crisi che comunque è ancora presente e che dovrà fare riflettere a fine stagione. Non un secondo tempo brillante tutt’altro, ma l’uno-due ravvicinato di Young e Godin al 48° e il 51° e la chiusura di Lautaro all’ora di gioco, portano 3 punti che riportano l’Inter al 2° posto.

TOP INTER

YOUNG 6.5: nel brutto primo tempo dell’Inter, è uno dei meno peggio. Dalla sua parte il Toro non passa mai e almeno ci prova a spingere seppur con esiti altalenanti. Nella ripresa è uno di quelli col piglio più deciso e al 48° è bravo a raccogliere una sponda di Lautaro e ad insaccare in area col destro. Partecipa anche con un passaggio chiave al 2-1.

SANCHEZ 6.5: primo tempo in cui vaga un po’ a vuoto ed è avvolto nella mediocrità generale della prima frazione interista, tanto è che registra 0 tiri in porta. Nels secondo tempo agisce più da regista offensivo che da seconda punta ma non fa troppo male e serve prima l’assist del 2-1 con una sponda di testa per il gol di Godin e poi lancia Lautaro per il 3-1.

FLOP INTER

GAGLIARDINI 5: In questo periodo Post ripresa è diventato un titolare fisso anche complice gli altri infortuni del reparto. Ma se impegno e sacrificio è difficile dargli contro, i suoi limiti tecnici e tattici sono davevro troppo evidenti. è un professionista ok, ma se l’Inter vorrà in futuro puntare a qualcosa deve alzare il livello rispetto a giocatori di questo tipo.

D’AMBROSIO 4.5: sulla catena di destra, il Torino viaggia che è un piacere. Tra Godin (comunque 6) e soprattuto D’Ambrosio, Ola Aina e Ansaldi arrivano spesso sul fondo o nei pressi dell’area. é un po’ lo stesso discorso che si è fatto sopra, professionista e impegno, ma è un giocatore di un livello mediocre che non può fare parte di una squadra che punta in alto.

TOP TORINO

ANSALDI 6: adattato a mezzala destra da Longo, l’ex della partita non sfigura soprattuto nel prim otempo dove quando ha spazio spinge in velocità e mette non poco in crisi il centrocampo dell’Inter. Sfiora anche un clamoroso 0-2 sempre su eventuale papera di Handanovic. Si spegne nella ripresa come tutti i compagni.

BELOTTI 6: Ad essere onesti, nel primo tempo viene quasi sempre annullato da de Vrij che lo anticipa molto spesso e fa poche sportellate e zero manovra. Ma al 17° è lesto nell’approfittare dell’erroe di Handnaovic e depositare lo 0-1, però poi sparisce. Riappare solo al 63° quando Bastoni se lo perde e lui con una zuccata prende la traversa. Partita in chiaro scuro, ma è stato il più pericoloso dei suoi.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco