Inter-Pescara 3-0, voti e pagelle: Joao Mario versione bomber, bene D’Ambrosio

L’Inter batte in scioltezza il Pescara e centra la settima vittoria consecutiva.

Prestazione molto convincente degli uomini di Pioli, in cui spicca una prova di grande solidità della difesa (per la verità non impegnatissima dall’attacco abruzzese), con una buona partita della coppia di centrali Medel-Miranda e di D’Ambrosio, andato anche in gol. Non bene soltanto Nagatomo. Conferme anche dal centrocampo: bene Brozovic e Gagliardini davanti alla difesa, entusiasmante la prova di Joao Mario. Positivo Perisic, meno brillante Candreva, partita di grande maturità di Icardi che non va in gol ma serve l’ottavo assist della stagione: nessun attaccante, nei top 5 campionati europei, come lui. Sono entrati molto bene anche Gabigol e Eder, con l’italo-brasiliano ancora in rete.

INTER-PESCARA 3-0
 
MARCATORI: D’Ambrosio al 23′, Joao Mario al 43′ p.t.; Eder al 28′ s.t.
INTER (4-2-3-1): Handanovic 6; D’Ambrosio 7 (dal 40′ s.t. Santon s.v.), Miranda 6,5, Medel 6, Nagatomo 5,5; Gagliardini 6,5, Brozovic 6; Candreva 6 (dal 31′ s.t. Gabigol 6), Joao Mario 7,5, Perisic 6,5 (dal 26′ s.t. Eder 7), Icardi 7 (Carrizo, Andreolli, Murillo, Ranocchia, Banega, Kondogbia, Palacio, Biabiany, Pinamonti). Allenatore: Pioli 6,5.
 
 
PESCARA (4-2-3-1): Bizzarri 6; Zampano 6,5, Coda 5,5, Stendardo 6 (dal 9′ s.t. Crescenzi 6), Biraghi 6; Benali 6,5, Bruno 6; Kastanos 5,5 (dal 37′ s.t. Cubas), Memushaj 5, Verre 5; Bahebeck 6,5 (dal 30′ s.t. Cerri s.v.) (Fiorillo, Delli Carri, Milicevic, Muric, Maloku, Gyomber, Pepe, Mitrita). Allenatore: Oddo 5,5.
 
ARBITRO: Calvarese di Teramo.
NOTE: Ammonito Biraghi. Spettatori totali 38.968. 
 
I migliori:
 
Joao Mario 7,5: il portoghese ormai è esploso definitivamente e, dopo Palermo, va ancora in gol. Riesce ad abbinare sempre quantità e qualità, non sbaglia mai un pallone ed è sempre intelligente nelle giocate: davvero un top player.
 
D’Ambrosio 7: sono lontane le partite di inizio stagione in cui finiva sistematicamente tra i peggiori e fischiato dal Meazza ad ogni pallone toccato. Perfetto in fase difensiva, si propone spesso sulla destra e trova anche il gol del vantaggio. 
 
Icardi 7: non riesce a segnare stavolta, ma il suo zampino nella partita c’è sempre. Non solo goleador ma anche uomo-assist.
 
I peggiori:
 
Memushaj 5: dovrebbe dare sostanza al centrocampo del Pescara, ma è un fantasma per tutta la partita. Assente.
 
Verre 5: segna un gol annullato per fuorigioco, ma a parte questo poco altro. La sua partita e quella del Pescara finisce praticamente lì.
 
Nagatomo 5,5: soffre lo scatenato Zampano e spinge pochissimo. Era una buona chance per riproporsi da titolare, il giapponese non l’ha sfruttata.