Inter-Napoli, conferenza stampa pre-partita Inzaghi: “Miglior attacco contro miglior difesa, vogliamo i 3 punti”

Un Simone Inzaghi molto motivato quello che si è presentato al consueto appuntamento con la conferenza stampa pre-partita. Tanti gli argomenti analizzati dal tecnico in vista del match che i suoi giocheranno contro il Napoli.

Sulla gara: “Contro ci sarà una squadra di assoluto valore. Miglior attacco contro miglior difesa del campionato. Voglio una squadra coraggiosa, vogliosa di andarsi a prendere i 3 punti e di invertire lo sfortunato trend negli scontri diretti”.

Turnover Champions: “Gestire le forze dopo queste brutte notizie sugli infortuni è una cosa devastante. Sanchez e De Vrij non ci saranno. Al posto di quest’ultimo presente Ranocchia che non lo farà rimpiangere. Bastoni e Dzeko sono in miglioramento, ma ancora non stanno al meglio. Li valuterò”.

Simone Inzaghi, 45 anni, allenatore dell’Inter. Fonte foto: Facebook, profilo ufficiale Inter

Primi mesi: “Ho dei ragazzi straordinari e una società straordinaria. Le cose stanno andando bene e avremmo potuto avere anche qualcosa in più. Questo significa che stiamo seminando cose positive. Possiamo fare ancora meglio”.

Rigoristi: “Nel derby bravo Tatarusanu. Lautaro il nostro primo, subito dietro Calhanoglu e Perisic”.

Sui singoli: “Lautaro sta lavorando molto bene, lui è un attaccante top. Momenti no capitano a tutti. Felice di quanto fatto fin qui da Calha e spero tanto che Brozo rinnovi, giocatore davvero importante in questi anni e per le dinamiche di questa Inter”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi