Inter: Matteo Politano il primo infortunato dell’era Conte

Problemi alla coscia destra per Matteo Politano durante la preparazione. Le sue condizioni saranno valutate giorno dopo giorno. 

“Risentimento muscolare ai flessori della coscia destra”, questo il referto medico per Matteo Politano, che nella mattinata di oggi si è sottoposto agli accertamenti clinico-strumentali presso l’Istituto Humanitas di Rozzano. L’esterno diventa così, ufficialmente, il primo calciatore ad infortunarsi nell’era Conte. Un primato non invidiabile, anche se di normale amministrazione in questa prima fase, visti gli alti ritmi fisici a cui sta sottoponendo la squadra il nuovo preparatore atletico nerazzuro, Pintus. Niente amichevole contro il Lugano per lui, il quale sarà costretto a restare ai box per almeno altri 7-10 giorni, in attesa di valutazioni quotidiane della situazione. 

Al suo posto, nella prima uscita stagionale in programma per domenica, Antonio Conte si affiderà ai tanti giovani presenti in rosa: Colidio, Vergani, Esposito e il rientrante Samuele Longo. Non dovrebbero esserci problemi di nessun tipo, invece, per quanto riguarda martedì 16, giornata in cui i nerazzurri partiranno direzione Cina per la consueta tournée estiva. Qui la squadra di Antonio Conte affronterà il Manchester United, la Juventus e il Paris Saint Germain in 3 dei 4 match su territorio asiatico – l’ultimo si terrà a Londra contro il Tottenham – validi per l’International Champions Cup. 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi