Inter-Barcellona, conferenza stampa pre-partita Simone Inzaghi

Un Simone Inzaghi determinato quello che si è presentato al consueto appuntamento con la conferenza stampa pre-Champions. Tanti i temi affrontati dal tecnico in vista del match che i suoi affronteranno contro il Barcellona.

Il forte avversario: “Il Barcellona è una delle squadre migliori d’Europa. Basta guardare come hanno giocato contro il Bayern Monaco fuori casa per capire nuovamente di chi stiamo parlando. Gare del genere si vincono solamente con corsa e determinazione”.

Girone duro: “Siamo capitati nel gruppo più complicato dell’intera Champions League, ciò non toglie che l’Inter sia forte e proverà a giocarsela nel miglior modo, anche contro avversari come il Barcellona”.

Lewandowski: “Fermare il polacco è una mission tutt’altro che semplice. Questi va ad arricchire una squadra già piena di talento, che fa del possesso e dell’aggressività due delle armi migliori del proprio calcio”.

Simone Inzaghi, 46 anni, allenatore dell’Inter. Fonte foto: Facebook, profilo ufficiale Inter

Momento difficile: “Stiamo vivendo un periodo complicato, ma a mio parere la squadra c’è e nell’ultima gara avrebbe meritato tutt’altro risultato rispetto ad una sconfitta. Dobbiamo evitare regali difensivi e per fare ciò tutti dobbiamo mettere ancor più impegno nelle cose che facciamo”.

Infortuni e formazione:Lautaro Martinez sarà valutato fino all’ultimo, è un po’ affaticato, ma gli esami non hanno evidenziato nessuna problematica. Per Lukaku difficile aspettarsi un ritorno nel breve. Stessa cosa per Brozovic. Tra i pali ci sarà Onana, ma valuterò di partita in partita chi schierare”.

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi