INTER: Allegri o Pochettino in caso di addio di Conte

Ovvio che una sconfitta, avvenuta per giunta in campo europeo, in una finale tanto sperata e tanto ambita, bruci di più. Il popolo interista però ora potrebbe ritrovarsi anche senza il suo condottiero,  Antonio Conte.

La sfuriata del tecnico salentino (contro parte della società) avvenuta dopo la partita con l’Atalanta ha lasciato senza dubbio dei postumi pesanti per una società come l’Inter, purtroppo amplificati dopo la sconfitta per 3-2 contro il Siviglia.

Fonte: profilo Twitter Inter

La società (nella persona del Presidente Steven Zhang) era arrivata ad un “patto di non belligeranza” con il tecnico, un accordo che sarebbe durato fino alla fine di questa avventura europea, dopodiché si sarebbe discusso il futuro di Antonio Conte e del suo staff. L’incontro chiarificatore è previsto per la giornata di Lunedì ma già alcune considerazioni trapelate dalla conferenza post partita di ieri hanno dato modo di credere che il futuro dell’Inter e del salentino possano non coincidere. Il tecnico ha ringraziato tutto il popolo interista per l’appoggio ricevuto (nonostante i suoi lunghi trascorsi alla Juventus, una “nemica sportiva” ) e come sempre la sua squadra, i suoi ragazzi, che purtroppo non sono riusciti a riportare a casa un trofeo che manca da troppo tempo non solo all’Inter ma a tutto il calcio italiano.

Dunque, aspettando l’incontro di Lunedì, viste le dichiarazioni, si parla già di un post Conte. In pole ci sarebbe Massimiliano Allegri (già suo immediato successore alla Juventus) che gode di grande stima della società. Tenendo conto che la società preferisce puntare su tecnici che conoscono bene il calcio italiano e del fatto che manca circa un mese all’inizio della nuova stagione, il nome di Pochettino (al momento libero ma accostato a suo tempo anche al Barcellona) sembra molto distante, visto che i rapporti tra le due società al momento sono freddi.

Fonte: profilo Twitter Inter

Da considerare anche che l’Inter ha ancora a bilancio Luciano Spalletti e pagare lo stipendio anche ad un possibile Conte (12 milioni/anno) lontano dalla panchina peserebbe troppo per le casse societarie.

Con Allegri ci sarebbe continuità di intenti e la squadra non dovrebbe subire uno shock tattico troppo forte da sopportare e forse Eriksen, strapagato a Gennaio, troverebbe finalmente una collocazione stabile, visto il modo di giocare del tecnico toscano. Massimiliano Allegri potrebbe puntare anche ad essere l’unico allenatore a vincere il campionato con le tre grandi (Inter, Milan e Juventus). Ora sono solo voci e supposizioni dettate dalla negatività scaturita dal post Siviglia e Lunedì tutto il popolo interista avrà sicuramente più chiare le idee e potrà finalmente concentrarsi solo sulla nuova stagione dei suoi beniamini, a prescindere da quale sia la guida tecnica.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus