MotoGp 2019 Gp di Gran Bretagna, dichiarazioni di Rossi e Vinales al termine della gara

E’ terminata l’ultima giornata del Gp di Gran Bretagna, sul circuito di Silverstone. Per la Yamaha una terza e quarta posizione, che non è proprio negativa, ma manca ancora qualcosa. 
Valentino Rossi festeggiato per la sua seconda piazza nelle qualifiche.
Fonte: Rossi Facebook

Lo stesso Valentino Rossi è apparso deluso e non ha mai dato l’impressione di poter lottare con i primi. Questo difetto è dovuto soprattutto ai problemi nella gomma posteriore che non gli hanno permesso di tenere il ritmo dei primi:

Purtroppo siamo delusi dal risultato,  pensavamo di essere più competitivi. Avremmo voluto fare la gara che ha fatto Vinales. Marquez e Rins erano più forti. Marc me lo aspettavo, invece Alex credevo che tenesse un ritmo simile al mio. È stato molto bravo. Mi sarebbe piaciuto lottare per il terzo posto, ma oggi ero più in difficoltà in gara, soffrivo di più col grip dietro. Ho tenuto botta per metà gara, ma poi ho dovuto rallentare perché andavo più piano.  Avevo problemi con la gomma posteriore, peccato. Era stato un buon weekend, eravamo partiti secondi e anche nelle prove ero andato bene, invece il risultato in gara è sotto le aspettative. Quando le temperature si sono alzate Vinales ha confermato il passo delle FP4, mentre io ho fatto maggior fatica. Dobbiamo trovare il modo per risolvere questo problema. Negli ultimi due weekend sono stato più competitivo, sono riuscito a guidare meglio la moto e questo è un dato positivo. Svolgeremo un test importante a Misano, dove l’anno scorso ho fatto fatica. Saranno prove importanti prima della gara, anche perché è sempre stato un GP speciale. Da un lato ci sono i tifosi, gli amici, la famiglia, dall’altro bisogna prepararsi bene perché vale il doppio rispetto a una gara normale. Dopo il test dovremo ricaricare al meglio le batterie per arrivare al 100% alla gara”.

Un’immagine di Vinales sulla sua Yamaha.
Fonte: Vinales Facebook

Il suo compagno di squadra Vinales è soddisfatto della sua prestazione, di più non poteva fare. E’ stato vicinissimo a Marquez e Rins:

“Per me oggi abbiamo fatto più di quello che la moto permetteva. Sono stato ad un niente dal prendere la scia a Marc e Alex e con un po’ più di velocità avrei potuto chiudere il gap. Comunque è stato molto molto difficile perché alla fine sempre soffriamo tanto sul rettilineo e oggi l’ho veramente sentito. Sono molto soddisfatto di aver tirato fuori il massimo dalla mia moto”.

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega